Importanti novità sono arrivate nella settimana che si sta concludendo per la Castellano Udas, nell’ottica di un quadro dirigenziale completamente mutato ed in attesa di notizie dal mercato, per consentire di affrontare con concentrazione il delicato confronto casalingo contro il Val di Ceppo Perugia. Oltre al nuovo ds Guadagni, arriva nella veste di direttore generale Angelo Angiolino (nello stesso ruolo ricoperto per qualche mese nell’Audace Cerignola) e da ultimo il nuovo presidente sarà l’attuale sindaco Metta, al posto di Michele Dibisceglia. Sul versante agonistico, i biancazzurri arrivano al confronto salvezza in condizioni di emergenza, vista l’assenza per infortunio di Sabbatino che rimarrà lontano dai campi per 40 giorni: si punta sul duo Tredici-Marchetti insieme a Kushchev e Markus per cercare una vittoria che manca da troppo tempo. Le ultime due prestazioni (Giulianova e Recanati, ndr) hanno lasciato più di un mugugno, ma sicuramente bisognerà voltare pagina per non mandare in frantumi una B conquistata con grandi sacrifici.

I perugini hanno cambiato il tecnico lo scorso 3 gennaio, con l’arrivo di Marco Schiavi: a lui il compito di ricompattare una squadra che di certo ha fatto vedere più ombre che luci, con 8 punti all’attivo (quattro sole vittorie e quattordici sconfitte). Gli umbri si affidano al duo Meschini-Meteijka, con Pasquinelli in cabina di regia. All’andata fu successo udassino in trasferta, con la speranza del Pala “Dileo” di poter sorridere con i 2 punti.