A poche ore dalla chiusura definitiva delle candidature i tratti della competizione sembrano già delineati, con Cerignola che piazza in situazione eleggibile solo Elena Gentile. L’europarlamentare dem infatti se la giocherà nel collegio senatoriale uninominale Puglia 3, porzione di territorio che comprende Manfredonia, Monte Sant’Angelo,  Carpino, Mattinata, Isole Tremiti, Zapponeta, Cerignola e Cinque Reali Siti, Castelluccio dei Sauri, Rocchetta Sant’Antonio, Candela, Canosa, San Ferdinando, Trinitapoli, Margherita di Savoia, Andria, Barletta e Trani.

Per giorni è girata voce di una possibile candidatura, nel medesimo collegio, in quota Forza Italia, di Giusto Masiello, ipotesi saltata all’ultimo minuto. Al suo posto andrà al faccia a faccia con la Gentile l’ex Europarlamentare del Popolo delle Libertà Sergio Paolo Francesco Silvestris.

Di Cerignola non ci sarebbero al momento altri nomi papabili, se non il posizionamento di Luigi Pizzolo (Liberi e Uguali) al quarto posto nel collegio proporzionale della Camera. Scenario complicato e variegato in vista del 4 marzo. Unica certezza al momento è la possibilità che, dopo anni, Cerignola possa tornare ad avere una propria cittadina seduta a Palazzo Madama.

7 COMMENTI

  1. la formulazione del Collegio senatoriale penalizza i comuni foggiani, stante la sproporzione dei votanti con quelli della BAT.
    Sarà durissima per la Gentile, che rimane, comunque, l’unico politico di valore in tutta Cerignola.
    Di certo il PD non poteva candidare Giordano o Ditommaso ……………………

  2. Non capisco mi faccio la stessa domanda, come mai tacciamo tutti i nostri politici come “LADRONI” ed altro, e in occasioni di ogni elezione i candidati sono sempre gli stessi?
    Come dice un noto personaggio “CAPRONI – PECORONI – MAIALI” se eleggete sempre le stesse persone, DOPO, non vi lamentate.

    • Chi dovremmo eleggere se l’ offerta é quella sentiamo. Loro si candidano, loro si scandinano. O ti mang sta mnestr o t scitt dalla finestr

    • e chi dovremmo votare ? il tuo idolo Salvini, vet cucc pecoraio che di politica non hai mai capito niente, rimani a fare caffe’, semb a si i se fe.

Comments are closed.