Sembra essersi risolta nel migliore dei modi la diatriba che interessava l’azienda immobiliare Calice di Cerignola e il comune ofantino circa la cessione dei suoli ex Asia in via Torino. E’ lo stesso primo cittadino, in una nota stampa odierna, a comunicare l’avvenuto versamento del denaro dovuto da parte del privato alle casse comunali.

«Dopo lunghi anni di attesa, ieri pomeriggio, la Immobiliare Calice ha versato nelle casse comunali la somma di € 244.877,53 quale  acconto  per il contratto preliminare di cessione dei suoli ex Asia di Via Torino», si legge nella nota stampa.

Metta, nell’esprimere viva soddisfazione, non risparmia qualche frecciatina all’indirizzo dei suoi predecessori in seno alla macchina amministrativa: «Tuonò tanto, forse troppo, ma alla fine piovve. Dopo una attesa infinita, durata svariati anni, tra il Comune e la Calice Immobiliare e’ stato sottoscritto ieri il preliminare di cessione dei suoli ex Asia a via TORINO. Abbiamo realizzato anche questo impegno, che i quaquaraquà del passato avevano a lungo inseguito, del tutto inutilmente,  come loro atavica caratteristica amministrativa. Ieri stesso la società ha versato nelle casse comunali 244.877,53 euro. Primo passo, finalmente, fatto. Altri ne dobbiamo fare. Ma importante era avviarsi. Adesso procederemo speditamente. Un grazie speciale al dirigente ing. Vito Mastroserio e al Funzionario competente signora e geometra Rosaria Rinaldi».