carabinieri-cerignola

A quanto pare è stata una bravata quella che, nei giorni, scorsi, ha portato dietro le sbarre un minorenne di Cerignola, già denunciato lo scorso settembre perché, insieme ad altri coetanei, con una mazza aveva danneggiato alcune auto parcheggiate.

Nella notte di sabato scorso il giovane, ovviamente non ancora munito di patente, avendo deciso di farsi un giro in auto per il centro ofantino, ne ha rubata una, una vecchia Ford Fiesta, parcheggiata nelle vie del centro. Subito dopo, nel rincasare verso il quartiere popolare “Torricelli”, è però stato intercettato da una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile del NORM, appena informata del furto.

Vistosi intimare l’alt, il giovane, anziché fermarsi, ha accelerato, facendone così nascere un inseguimento durato oltre 2 chilometri, durante il quale per più volte ha anche tentato di speronare l’auto militare che cercava di superarlo, fino a quando, con l’auto ancora in corsa, non ne è sceso al volo per darsi alla fuga a piedi. Inseguito dai Carabinieri è stato bloccato dopo qualche centinaio di metri, ma non dopo una breve colluttazione con i militari che, comunque, sono riusciti a renderlo inoffensivo.

Il giovane, al quale sono poi stati contestati i reati di rapina impropria e resistenza a pubblico ufficiale, è stato rinchiuso nell’istituto minorile “Fornelli” di Bari. A seguito della convalida dell’arresto, il ragazzo è poi stato sottoposto all’obbligo di permanenza presso la propria abitazione.

7 COMMENTI

  1. il problema è che ha avuto subito i domiciliari …….
    3-4 mesi di carcere sarebbero stati un monito maggiore …..

      • Gentaglia queste sono le nuove generazioni in siberia dovrebbero mandarli così gli passa la voglia di dare numero

        • Se trovava la digos quante mazzate gli davano prima di portarlo dentro.
          Evidentemente i genitori non gliene hanno date abbastanza.

    • Oppure farli stendere per terra e un proiettile secco alla testa e tutto si risolve

Comments are closed.