Mercoledì in campo per l’Audace Cerignola, che affronterà al “Monterisi” il Monticelli nella gara unica valida per gli ottavi di finale di coppa Italia di serie D. Gli ofantini, dopo aver eliminato nei turni precedenti Alto Tavoliere San Severo, Gragnano, Campobasso e Nocerina, cercano il pass per i quarti di finale della competizione. La formazione di Teore Grimaldi arriva alla sfida dopo il corroborante 4-1 rifilato al Manfredonia domenica in campionato, un successo che ha mandato in soffitta la striscia negativa di tre sconfitte consecutive e rilanciato il morale del gruppo. Nella settimana che porterà alla trasferta di Cava, l’impegno in coppa non può e non deve essere visto come una distrazione: i gialloblu vogliono continuare a ben figurare in un torneo che in caso di vittoria assicurerebbe un punteggio bonus in una eventuale graduatoria di ripescaggio per la serie C. Il riscontro di pubblico ottenuto nelle ultime due uscite casalinghe ha fatto scaturire la decisione della società di varare l’ingresso gratuito per il confronto con i marchigiani. «Abbiamo voluto omaggiare i nostri tifosi – ha spiegato il presidente Nicola Grieco in una nota stampa – con la possibilità di vedersi la partita gratuitamente. Abbiamo apprezzato molto il supporto della città nelle ultime due gare interne contro Gragnano e Manfredonia. Non è la prima volta che ci prodighiamo al fine di portare quanta più gente allo stadio, come testimoniato dalla recente ed eccezionale riduzione del costo dei biglietti. In questo momento, più di altri, la squadra ha bisogno del calore del nostro pubblico. La Coppa Italia di Serie D rappresenta per noi una competizione importante oltre che una vetrina altrettanto importante per la nostra società». Per l’occasione, Grimaldi potrebbe optare per qualche cambio nella formazione titolare, concedendo una chance a chi è stato meno impiegato: non ci sarà Di Bari in difesa (squalificato), sostituito da Ciano; Herrera appiedato in campionato ritroverà una maglia da titolare in attacco, con Longo che probabilmente partirà dalla panchina lasciando a Morra il ruolo di riferimento centrale avanzato.

Il Monticelli è inserito nel girone F e non naviga in acque esattamente tranquille, con il penultimo posto a quota 14 punti. Ciò porterebbe a pensare che gli ascolani abbiano preoccupazioni ben più stringenti rispetto alla coppa, anche se domenica è arrivato un pareggio interno con il Matelica, battistrada del proprio raggruppamento. Entrato in gioco a partire dal primo turno, il Monticelli ha eliminato nell’ordine Recanatese, L’Aquila e Francavilla. I biancazzurri sono allenati da Domenico Stallone e hanno formato un organico in massima parte composto da giovani: da citare il portiere Marani, il difensore Sosi e l’attaccante Petrarulo. Un assente per squalifica anche per i marchigiani, il difensore Castellana.

Calcio d’inizio alle ore 15.30, con la direzione arbitrale affidata al sig.Baldelli, della sezione di Reggio Emilia. Chi passerà il turno troverà nei quarti una fra Potenza ed Igea Virtus, in campo giovedì sera al “Viviani”.