Vince San Severo nel derby di Capitanata contro l’Udas Cerignola, che tuttavia mette in campo una buona gara: ne è prova il punteggio 67-74 (15-21, 30-42, 47-58, 67-74 i parziali) col quale la squadra di Salvemini vendica il passo falso nel turno infrasettimanale contro Bisceglie.

Nella prima parte di gara meglio i nerogialli che archiviano punti utili nel computo finale. L’Udas esce vincente negli ultimi due parziali, ma non basta. Già a metà del secondo quarto i padroni di casa si avvicinano al punteggio della capolista, che ha sempre dominato il match, con un parziale di 25-28, salvo poi perdersi e andare alla pausa lunga sul 30-42. Si percepisce la differenza di organico e la caratura superiore della squadra sanseverese. Tuttavia nell’ultimo parziale i ragazzi di Gigi Marinelli fanno più punti; dopo appena due minuti si portano sul 55-58 grazie a due triple consecutive. San Severo c’è, in difesa come in attacco e torna al contrattacco. Nel finale la buona volontà e la determinazione dei biancazzurri non riesce ad avere la meglio su tasso tecnico superiore e dinamicità della capolista.

Bella prova di Gennaro Tessitore, che mette in campo qualità ed esperienza (18 pt per lui), così come ben figura anche Kushkev rinato nelle ultime uscite dei biancazzurri. L’Udas paga le disattenzioni nei primi due quarti che hanno generato una distanza di lunghezze troppo ampia; negli ultimi due parziali infatti i biancazzurri hanno prodotto più punti di San Severo. Adesso testa alla prossima partita, la trasferta di domenica prossima a Matera, dove al PalaSassi i cannibali sono chiamati a confermare i progressi dell’ultimo periodo in una gara che si può far propria.