Foto Sara Angiolino
Sabato sera di grande volley maschile quello vissuto al Pala Di Leo di Cerignola. L’Errico Tecnomaster.biz Fenice ha sfidato la contendente al primato Pallavolo Molfetta del coach Valente e ha vinto per 3 set a 1. 
Partita di cartello, quella tredicesima di campionato, tra prima della classe e terza potenza del girone, pronta a riaprire il campionato. 
Alla Fenice tuttavia non sono tremati i polsi, anzi, ha imposto un grande ritmo alla gara ed ha buttato giù il muro molfettese, un attacco alla volta, difendendosi strenuamente e aggiudicandosi il bottino pieno, fondamentale in ottica playoff. 
Al Pala Di Leo coach Tauro sceglie il solito sestetto base: Marcone a dirigere l’orchestra con Perilli a comporre la sua diagonale, Petruzzelli (MVP del match) e Mennuni di banda, Mancini e Mitidieri al centro e infine il libero Calitri. 
Che la partita non sarebbe stata facile lo si intuisce subito, appena il Molfetta ingaggia uno scontro punto a punto nel primo set, con continui ribaltamenti di punteggio e grande spettacolo al Pala Di Leo. La Fenice regge l’urto molfettese e tiene botta, andando poi a sovrastare gli avversari al momento giusto, andando a vincere il set 25 a 18.
La piega inaspettata presa dalla gara nel secondo set non sarà facile da digerire per la Fenice la quale, dominante per gran parte del set, perde lucidità entrando in un black out che pagherà caro. Una serie di errori farà guadagnare terreno agli avversari che, da un 22-12 per la Fenice, finiscono invece per vincere il set con un incredibile 25/23, dando prova di coraggio, unione e alto livello tecnico. 
Tauro in panchina serra le fila, mentre la squadra per un momento sembra rivivere quanto successo a Grottaglie, episodio che le è costato un punto. Ma la grinta di Mancini e Mennuni riporta gli ofantini sul binario giusto. La distribuzione del gioco Fenice è eccellente, tutti gli attaccanti rossoneri finiranno la gara con la doppia cifra a referto ed è un dato unico, a dimostrazione del grande lavoro del palleggiatore Marcone. 
Il parziale finale del terzo set (25-14) potrebbe far intuire un set vinto senza storie, ma la squadra di Valente ha giocato la sua gara fino all’ultima palla, dimostrazione di grande freddezza e lucidità anche in una situazione di svantaggio.
 Stessa cosa vale per il quarto set, portato a casa con un parziale ancora migliore per la banda Tauro (25-13), ma anche questo è stato molto combattuto e acceso. La partita dunque termina per 3 set a 1 e la Fenice mantiene salda la testa della classifica del girone A.
Soddisfatto il coach Pino Tauro, che afferma: “I dati evidenziano come la squadra abbia fatto una prova collettiva di grandissimo spessore. Tutti i nostri attaccanti hanno terminato la gara mettendo a segno più di 10 punti a testa. In una partita come questa è una cosa quasi impossibile da ottenere, ma vuol dire che l’abbiamo preparata bene e la distribuzione è stata ottima. Abbiamo difeso molto bene e abbiamo fatto un grande lavoro a muro. Ovviamente non posso non pensare al black-out avuto nel secondo set, inconcepibile per una squadra con la nostra ambizione, ma a volte la testa è più importante di tattica e tecnica e dobbiamo lavorare anche su questo aspetto. Ora ci aspetta una settimana molto impegnativa che finirà con la partita di domenica prossima a Ruffano, altra sfida importantissima per noi.”
Anche la dirigenza Fenice appare soddisfatta, tramite la portavoce A. Colagiacomo: “E’ stata una settimana difficilissima per noi per tanti motivi, uno su tutti un ciclo di influenza che ha colpito quasi metà squadra, ma abbiamo sempre creduto nei nostri ragazzi che hanno risposto in maniera eccellente, in una sfida delicatissima. Abbiamo fatto un grande lavoro, in primis il dirigente e vice-coach Francesco Sorbo, che ha fatto un lavoro incredibile per organizzare gli allenamenti di questa settimana, cercando di trovare ogni giorno una soluzione diversa per risolvere la situazione creatasi per via dell’influenza. Lui stesso l’ha definita ‘la settimana più difficile degli ultimi quattro anni Fenice’, almeno sotto l’aspetto organizzativo, s’intende.
 Complimenti a tutti i ragazzi!”. Una bella soddisfazione, soprattutto alla luce del fatto che il Molfetta è l’unica squadra fino ad ora ad aver battuto i diavoli, che dopo quel sabato di novembre, hanno infilato dodici vittorie consecutive tra Campionato e coppa.
Questo il tabellino del match: 
Errico Tecnomaster.biz: Petruzzelli 13, Mitidieri 10, Mancini 13, Mennuni 14, Perilli 13, Marcone 3, Terrazzi 1.
Pallavolo Molftetta: Bellapianta 11, Corrieri 6, Marolo 8, Allegretta 3, Lorusso 3, Campanale 1, Palmisano 6.
CLASSIFICA ALLA TREDICESIMA GIORNATA
Errico Tecnomaster.biz La Fenice Cerignola 32; Diesse Group Lucera 29; Pallavolo Molfetta 25; Volley Club Grottaglie 22; HappyCasa Pallavolo Martina, Toma Carburanti Ruffano 19; Just British VolleyBitonto, Trivianum 11; Unipol Sai Lucera, Laica Lecce Volley 10; Synteg Volley Cassano 7.