Il settore del gaming online, arricchito da eccellenze come i nuovi Casino NetBet e le offerte dei principali operatori del comparto, vale più di 1 miliardo di euro. Una cifra certamente ragguardevole, che tuttavia sembra essere ben poca cosa rispetto alle reali potenzialità del comparto, che si appresta a donare nuove soddisfazioni a tutti gli attori di questo contesto in continua crescita, come dimostrano i report curati dall’Osservatorio del Gioco Online del Politecnico di Milano, in collaborazione con Sogei e ADM (Agenzia delle Dogane e dei Monopoli).

In particolare, secondo quanto emerge dalle osservazioni, il settore del gaming online ha compiuto un interessante balzo in avanti, con un incremento del +22% su base annua che fa ben sperare per un nuovo sviluppo nel corso del 2018, anno in cui il rilevante fatturato conseguito nel 2017 dovrebbe essere inviato in archivio, per esser superato agevolmente da nuovi introiti record.

Ma come si è distribuito questo super fatturato del gaming online? In primo luogo, salta agli occhi l’affaticamento del poker online, un settore che negli ultimi anni aveva costituito una buona dose di spinta per il controvalore complessivo degli investimenti nel business del gioco via web, e che nel 2017 ha compiuto un passo indietro del 5%, trascinato in contenimento soprattutto dal poker a torneo (mentre migliori sono le prestazioni del poker cash).

Bene inoltre le slot, con le “macchinette” che da sole riescono ad assorbire oltre un terzo della spesa totale effettuata dagli italiani nei casinò online. Lotto e bingo conservano ancora un discreto successo, sebbene – cumulativamente – il loro peso sul totale del business in oggetto sia pari a circa 100 milioni di euro, ovvero circa il 10% del mercato (contro, ad esempio, 441 milioni di euro conseguiti dai casino online).

Infine, tra le tendenze che hanno prevedibilmente attirato le maggiori soddisfazioni degli analisti, si noti come gli smartphone stiano costituendo una componente hi-tech sempre più importante per il business del gaming online. A dimostrazione di ciò, si pensi come nel corso del 2017, infatti, la spesa degli italiani sui casinò online da piattaforma mobile (smartphone e tablet) abbia superato quota 230 milioni di euro, con un aumento pari al +50% su base annua. Sebbene – come già rammentato – il totale includa anche i tablet, appare chiaro come siano stati gli smartphone a fare la parte principale, con l’assorbimento di una quota di mercato che sfiora l’85%.

Per il futuro a breve termine, e dunque per un primo bilancio sommario del 2018, ci attendiamo che il business del gaming in mobilità possa crescere per lo meno con la stessa forza e con il medesimo dinamismo del 2017, trascinando pertanto in nuovo incremento un settore che attende impazientemente le novità già annunciate dagli operatori, come il ricorso alle nuove tecniche di realtà aumentata e di realtà virtuale che andranno a rendere ancora più accattivante il gioco online nelle sale da gioco digitali.