Una Dilillo Libera Virtus mai doma supera al pala “Dileo” 3-2 il Volleyrò Casal de’ Pazzi, conquistando una vittoria preziosissima in ottica salvezza (22-25; 25-27; 25-23; 25-22; 15-13 i parziali). Due ore tonde per una partita che non ha risparmiato ogni genere di emozione: intensa, vivace e sempre in bilico. Coach Albanese schiera Modestino al centro in coppia con Cesario, per il resto squadra confermata: Altomonte alzatrice e Mauriello sulla diagonale; Montenegro e Martilotti laterali; Giombetti libero. Il Volleyrò è sceso in campo con: Scola in regia e Ghezzi opposto; Tanase e Giugovaz di banda; Nwakalor e Consoli sottorete e Scognamillo in difesa. Già dal primo set, si intuisce che la sfida sarà molto tirata: nessuna delle due formazioni riesce a prendere il largo, qualche piccola sbavatura nel segmento finale costa lo svantaggio alle virtussine, rimaste sempre a stretto contatto con le laziali. Nella seconda frazione, le ospiti scattano meglio dalla pausa e si portano sul 2-7, causando l’interruzione del gioco da parte di Albanese: il timeout porta i suoi frutti, perché le ofantine tornano a mordere e restano aggrappate al sestetto romano, in virtù anche degli ingressi di Tribuzio e Matte. Per la seconda volta però, il Volleyrò riesce ad essere più preciso e lucido negli ultimi punti, prevalendo ai vantaggi.

Incontro chiuso? Assolutamente no, perché la Dilillo riduce di netto gli errori e cambia faccia: sale il ritmo delle virtussine, i muri punto si susseguono (benissimo Modestino con 6 punti nel fondamentale) e il rinforzo della seconda linea con Tribuzio, che con Giombetti e Montenegro contiene gli attacchi della compagine guidata da Kantor. Sebbene con un risicato scarto, le gialloblu si aggiudicano il parziale e rimettono tutto in gioco. Cresce ancora la qualità di Cerignola nel quarto periodo: le percentuali in attacco aumentano scambio dopo scambio, Mauriello martella da posto 2, Cesario sempre impeccabile al centro e capitan Martilotti (22 punti a fine match) è una spina nel fianco per le promettentissime biancazzurre. Con merito, la Dilillo conquista la possibilità del tie break mentre le avversarie appaiono un po’ provate.

Il quinto set è un nuovo vortice di capovolgimenti di fronte: le indicazioni tattiche dalla panchina di casa vengono messe in pratica alla perfezione, la prima linea della Libera Virtus colpisce con pallonetti e tocchi liftati al centro del campo che spesso fanno scricchiolare le certezze del Casal de’ Pazzi. Ciononostante, Tanase e Nwakalor cercano il ribaltone ma Montenegro si oppone al pareggio romano: la Dilillo tiene bene e non fallisce l’occasione di portarsi a casa due punti fondamentali in chiave classifica, festeggiando con il sempre caloroso pubblico del “Dileo”.

Un successo che vale ancor più considerando che il Volleyrò una settimana prima aveva travolto la capolista Cutrofiano: nel prossimo turno, la trasferta a Pedara contro il fanalino di coda Planet Strano Light. Imprescindibile per le virtussine vincere ancora, per allontanarsi sempre più dalla lotta salvezza.

Ecco il tabellino della Dilillo Libera Virtus Cerignola, con le giocatrici andate a referto ed i relativi punti realizzati:

Altomonte 3, Mauriello 18, Montenegro 16, Martilotti 22, Cesario 17, Modestino 10, Tribuzio, Giombetti (libero).

CLASSIFICA GIRONE D ALLA DICIOTTESIMA GIORNATA

Cuore di Mamma Cutrofiano 43; Giòvolley Aprilia, Colormax Sikkens Altino 42; Volleyrò Casal de’ Pazzi Roma 38; Cmo Fiamma Torrese 33; Acqua&Sapone Volleygroup Roma 32; Nissan Volley Maglie 29; Givova Scafati 24; Dilillo Libera Virtus Cerignola 22; Finchiara Santa Teresa di Riva 20; Luvo Barattoli Arzano 19; Europea 92 Isernia 18; Bcc Sgr Manfredonia 16; Planet Strano Light Pedara 0.