“Una forza sindacale con una rappresentanza femminile sempre più forte e autorevole”. Questo il dato chiave emerso nel convegno “Donne protagoniste nel sistema economico e sociale”, organizzato dalla Uil Cerignola con la partecipazione di Gianni Ricci, segretario generale Uil Foggia, Damiano Paparella, segretario Uil Cerignola, Anna Rita Barrasso (Uila Foggia) ed Ersilia De Finis in rappresentanza della Uilp nell’ambito della diciannovesima edizione della Festa della Donna, organizzata a Cerignola (Giardini Jemma). Ad aprire i lavori Damiano Paparella, segretario Uil Cerignola: “Un’organizzazione a maggioranza femminile. Braccianti, imprenditrici, pensionate, espressioni del mondo del volontariato e della moda sono la linfa vitale della Uil”.

“Stiamo costruendo una Uil caratterizzata da un buon equilibrio tra innovazione ed esperienza e, in questa dinamica, la componente femminile e quella giovanile sono altrettanti elementi chiave. Abbiamo bisogno di momenti di confronto come quello attuale per mettere a fuoco le azioni da intraprendere per migliorare i percorsi a sostegno delle mamme e delle donne – il pilastro più importante della nostra società – dell’imprenditoria femminile e della conciliazione tempi di vita-lavoro”, ha rimarcato il segretario generale Uil Foggia.

A seguire un intenso e appassionante dibattito, al termine del quale sono state premiate, da Ricci, Paparella, Barrasso e De Finis, cinque donne che si sono particolarmente distinte nell’ambito educativo, culturale, sociale, produttivo e sindacale: Antonia Caputo (docente), Marilena Dagnese (volontariato), Vincenza Larogna (imprenditrice agricola) Benedetta Bonavita (nata a Cerignola nel 1990, stilista, ha partecipato alle sfilate di Ostuni “Fashion Puglia 2016” e”Moda Movie Cosenza 2016”, laureanda con tesi in “Moda e Costume”) Annamaria Detto (coltivatrice diretta).