carabinieri-cerignola

Negli ultimi giorni, sono stati quattro i pregiudicati a finire in manette in altrettante operazioni dei Carabinieri della Compagnia di Cerignola.

A Cerignola, i militari dell’Aliquota Radiomobile del NORM hanno tratto in arresto CAPUTO VINCENZO, cl. ’68. L’uomo, ai domiciliari per il tentato duplice omicidio del marzo dell’anno scorso e già arrestato qualche giorno addietro per evasione dai domiciliari, è nuovamente stato sorpreso all’esterno della propria abitazione e perciò, su disposizione del P.M. di turno, risottoposto nuovamente agli arresti domiciliari. Risponderà ancora del reato di evasione. Sempre a Cerignola i militari della locale Stazione hanno eseguito un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica di Firenze, a carico di CIRULLI LUIGI, cl. ’86. L’uomo, condannato in via definitiva per varie rapine, sconterà la pena di otto anni e sei mesi presso la Casa Circondariale di Foggia.

A Trinitapoli, poi, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato CROCE LEONARDO, cl. ’63, pregiudicato di Zapponeta. L’uomo, sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione nel comune di Zapponeta, è stato sorpreso a bordo della propria autovettura in giro per le strade di Trinitapoli. L’uomo, su disposizione del P.M. di turno, è stato risottoposto agli arresti domiciliari. A San Ferdinando di Puglia, infine, i Carabinieri della locale Stazione hanno eseguito un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica di Foggia, a carico di BOIA NICOLAE LELIAN, cl. ’92, pregiudicato di origini rumene. L’uomo sconterà la pena di oltre nove mesi di reclusione perché riconosciuto colpevole di danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale. Espletate le formalità di rito è stato rinchiuso nel carcere di Foggia.