Nella mattinata del 19 marzo, in occasione della festa di San Giuseppe, protettore di Borgo Tressanti, dopo una serie di lavori effettuati per il recupero e la restituzione del campo di calcio, l’Amministrazione Comunale di Cerignola ha consegnato al Vescovo Mons. Luigi Renna e all’intera borgata l’area sportiva rimessa a nuovo.

“Il mio ringraziamento al Sindaco Metta e Vicesindaco Pezzano per aver affidato alla Diocesi questo campo di calcio – dichiara il Vescovo Renna durante la cerimonia di benedizione dell’area sportiva -. Auspico che il Parroco ed il Direttore della ONLUS S. Giuseppe si prendano cura facendo in modo che questa area sportiva sia vissuta dalla borgata e dai cittadini di Cerignola. Si sta riattivando una progettualità antica volta a valorizzare le borgate e creare socializzazione e integrazione. Auspico che l’attenzione mostrata dall’Amministrazione Comunale sia sempre più viva”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dopo la cerimonia di benedizione del Campo Sportivo e l’apposizione delle firme il Sindaco, avv. Francesco Metta, ha dichiarato quanto segue: “Quando mi reco nelle borgate di Cerignola mi prende sempre un piccolo rimorso, non riuscire a fare a sufficienza per premiare il coraggio dei residenti. In qualche modo io mi sento leggermente più in pace con me stesso perché, sia pure in modo modesto, un segno di attenzione e di rispetto nei confronti dei cittadini di Borgo Tressanti lo abbiamo dato ripristinando questo campo di calcio. Spero tanto che sia anche luogo di attrazione per i cittadini di Cerignola, esattamente come capitava a noi molti anni fa, felici di recarci a Borgo Tressanti per gareggiare nei tornei calcistici organizzati dalle associazioni e parrocchie. Dobbiamo essere rammaricati perché il nostro intervento è modesto o felici ed esaltati perché questo segno è arrivato? Io sono abituato a vedere il bicchiere mezzo vuoto, credo che questo sia un primo passo, un primo intervento al quale devono seguirne altri capaci di migliorare la vivibilità di questa borgata con quel poco che la forza consente e la saggezza ci suggerisce. Ringrazio la Soc. Coop. Mondo Service e i ragazzi che hanno curato la tracciatura del campo perché hanno effettuato questo lavoro senza alcun compenso, solo per il gusto di sentirsi parte di una comunità, per la felicità di essere utili ai propri concittadini”.