Secondo turno infrasettimanale stagionale nel girone H di serie D, che anticipa la 29ma giornata a domani, vista la sosta per le festività pasquali. In calendario per l’Audace Cerignola il confronto casalingo contro la Frattese: per gli uomini di Teore Grimaldi l’imperativo è vincere per non compromettere la corsa al terzo posto, al momento l’obiettivo più alla portata degli ofantini. Il Cerignola domenica ha ottenuto un punto sul campo della Sarnese: uno 0-0 in cui il protagonista è stato il portiere Massimiliano Maraolo, autore di parate decisive in chiusura di entrambi i tempi che hanno permesso di uscire indenni dallo stadio “Squitieri”. E’ un periodo non facile per l’Audace, alle prese soprattutto con alcuni fastidi fisici a condizionare l’impiego di alcuni elementi, tant’è che nella sfida in terra campana di tre giorni fa la panchina era composta quasi interamente da juniores. In attesa dei rientri di Pollidori e Di Cillo (il primo è tornato a correre, col rientro si spera entro metà aprile), ci sono da valutare le condizioni di Cappellari -sostituito all’intervallo a Sarno- e Carannante fra gli altri. Scontata la squalifica, tornerà a disposizione Ciano in difesa, il quale dovrebbe far coppia con Di Bari al centro della retroguardia: in avanti si va verso la conferma del trio Longo-Loiodice-Morra. E’ obbligatorio incamerare i tre punti per non incrementare il distacco dall’Altamura, ora solitario al terzo posto ed avversario dei gialloblu nel recupero del 4 aprile. Audace ora in quarta piazza e che deve guardarsi anche dal Taranto, una posizione dietro ma con un solo punto di svantaggio.

Al “Monterisi” si presenterà una Frattese in crescita nelle ultime settimane: sette punti in tre giornate e le due vittorie consecutive su Aversa e soprattutto Taranto, hanno rilanciato le ambizioni di salvezza del napoletani, il cui destino pareva segnato. Invece, a testimonianza di quanto difficile ed imprevedibile sia il torneo di serie D, i nerostellati con 25 punti sono solo a tre gradini dalla salvezza diretta e cercheranno di collezionare un altro illustre scalpo dopo quello degli jonici. Malgrado numerosi cambi tecnici (ben quattro gli allenatori succedutisi da agosto), la Frattese con Maschio ora in panchina prova ad ottenere una permanenza fatta tutta in rincorsa. Fra gli innesti arrivati nelle due sessioni di mercato, da segnalare gli arrivi degli attaccanti Poziello, del difensore Conti; i calciatori più rappresentativi sono Bosco, i centrocampisti Odierna e Tufano, la punta Signorelli che con cinque reti è il miglior realizzatore della squadra.

All’andata, il Cerignola con una doppietta di Morra espugnò il campo di Mugnano. Calcio d’inizio alle ore 15, con la direzione arbitrale affidata al sig.Cavaliere, della sezione di Paola.