A quasi una settimana di distanza dal turno infrasettimanale, torna in campo l’Audace Cerignola per disputare il recupero della 27ma giornata in casa del Team Altamura. L’incontro, previsto in calendario il 18 marzo scorso, era stato posticipato al 21 per la partecipazione del centrocampista ofantino Gabriele Carannante al Torneo di Viareggio con la Rappresentativa di serie D e poi collocato ulteriormente alla data del 4 aprile appunto. Gli uomini di Teore Grimaldi sono reduci dal 3-0 rifilato alla Frattese nel precedente turno: un successo limpido che ha riportato i tre punti dopo il pareggio di Sarno e che ha consentito di mantenere inalterato il distacco proprio sui prossimi avversari che li precedono in classifica di due lunghezze. L’obiettivo del Cerignola è infatti riportarsi in terza posizione, opzione possibile in caso di blitz esterno e allo scopo di conquistare la migliore posizione possibile in chiave playoff. E’ stata una Pasquetta di lavoro per i gialloblu: l’impegno al mercoledì ha giocoforza stabilito l’allenamento per cominciare a preparare una sfida ostica ma assai stimolante al tempo stesso. Domani e domenica 8 aprile a San Severo, l’Audace affronterà due trasferte consecutive e due derby che possono risultare decisivi per il segmento finale del campionato, sia perché si giocherà su campi difficili sia perché le avversarie sono in lotta per i rispettivi obiettivi stagionali. Per ciò che concerne la formazione da schierare, Grimaldi valuterà le condizioni generali di ciascun suo elemento: da tenere in considerazione le condizioni di Moro (uscito nel finale del primo tempo contro la Frattese), da non escludere il ritorno fra i titolari in mediana di Carannante. Nel reparto avanzato, sembra confermato il tridente visto all’opera con i campani, con Morra pronto a subentrare a partita in corso.

Il Team Altamura sta conducendo un torneo da matricola certamente sopra ogni più rosea aspettativa: il terzo posto non è frutto del caso, testimoniato dai 59 punti ed un bilancio totale che parla di diciannove vittorie, due pareggi e sette sconfitte. I biancorossi arrivano all’appuntamento con morale decisamente in ascesa e portando in dote cinque affermazioni consecutive (recupero col Gravina compreso), l’ultima delle quali il 2-1 interno al Pomigliano giunto giusto al 90′ per restare sul gradino più basso del podio a sei tornate dalla conclusione. Una compagine magari senza grandissime firme, eppure estremamente compatta e ben amalgamata quella guidata da Ciro Ginestra, i cui esponenti principali sono l’attaccante Santaniello -dodici centri in campionato-, il difensore Dibenedetto e Montemurro in mediana, oltre ai vari Aliperta, D’Anna e Gambuzza. I murgiani cercano sempre il risultato come identità di gioco, tant’è che con appena due pareggi sono la squadra che ha collezionato meno “x” nel girone H.

All’andata, il Team Altamura si impose 2-3 rimontando un doppio svantaggio agli ofantini, col gol decisivo di Di Senso al 94′. Calcio d’inizio al “Tonino D’Angelo” alle ore 15, con la direzione di gara affidata al sig.Panozzo, della sezione di Castelfranco Veneto.