Cerignola invasa dalle “Vespa”: oltre 700 mezzi partecipanti | Foto e Video

Successo per il IV Raduno Nazionale Vespa Club “La Bella di Cerignola”

0
2365

È stato un week-end di primavera all’insegna del bel tempo, dell’amicizia, della condivisione e di un encomiabile successo quello a cui ha dato vita il Vespa Club Cerignola, sabato 7 e domenica 8 aprile. Il IV Raduno Nazionale Vespa Club “La Bella di Cerignola” – patrocinato da Vespa Club Italia, da MotoAsi.it e dall’Amministrazione Comunale di Cerignola – ha fatto registrare un consenso partecipativo che ha reso il comune ofantino centro di attrazione per diverse centinaia di vespisti provenienti da varie regioni italiane: da Venaria Reale (Torino) ad Occhiobello (Rovigo), passando per Assisi, Termoli, Atessa, Pomigliano d’Arco, Crotone senza dimenticare le corregionali Lucera, Torremaggiore, Manfredonia, Corato, Gioia del Colle, Cassano delle Murge, Acquaviva delle Fonti, San Vito dei Normanni, Oria, Taranto ed altre ancora.

È stata una due-giorni nella quale Cerignola ha mostrato una delle facce migliori di sé. E in merito a questo il presidente del locale Vespa Club, Giuseppe Abatino, non nasconde la propria soddisfazione, sottolineando a lanotiziaweb.it come questo sia «il quarto raduno nazionale come Vespa Club Cerignola ma anche primo come tappa del Campionato Nazionale Turistico. È un grosso evento dove i soli vespisti pre-iscritti sono stati 600 e con oltre 50 club». A ribadire l’indiscussa bontà dell’evento a cui Cerignola ha dato luogo è anche Antonella Milillo, referente regionale dei Vespa Club, proveniente da Gioia del Colle (Bari), che al nostro sito ha dichiarato: «Non potevo mancare a questo primo raduno qui in Puglia. Non avevo dubbi che sarebbe stato un successo, perché sta per iniziare la stagione vespistica e il Club di Cerignola sa sempre come farsi sentire. E siamo venuti qui per contraccambiare». La perfetta riuscita dell’evento è stata possibile grazie all’ausilio dell’Amministrazione Comunale e delle Forze dell’ordine, tiene a precisare il presidente Abatino, in un week-end dove davvero in tanti hanno dato un prezioso contribuito e fatto così sinergia. Oltre a diversi sponsor anche la Pro Loco ha fatto sentire il proprio sostegno, aprendo ai numerosi visitatori accorsi da fuori Cerignola le porte del Polo Museale Civico, presso le Officine Fornari, accompagnandoli in una visita guidata.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Da segnalare, fra i numerosissimi vespisti giunti in Capitanata, anche il rappresentante del Vespa Club Frascati, Giovanni Lucarini, che con la sua simpatia e i panni di centurione romano ha attratto la curiosità di molti, concedendosi generosamente a diversi scatti. Riunitisi successivamente lungo via Pavoncelli, dove hanno ricevuto la benedizione del parroco di San Domenico, don Pasquale Cotugno, i vespisti sono partiti per un giro turistico attraverso le vie della città per poi giungere nell’affascinante cornice di Piazza Duomo, gremendola col rombo dei motori e con i più svariati e fantasiosi colori dei loro mezzi a due ruote. Il tour si è concluso presso uno dei fiori all’occhiello dell’enogastronomia nostrana, l’Azienda Santo Stefano, dove i vespisti hanno potuto degustare i prodotti tipici locali, in modo particolare l’oliva “Bella di Cerignola” che ha dato il nome all’evento, e visitare quella parte del complesso aziendale adibita a Museo dell’Archeologia Industriale.

Questo raduno nazionale è stato per Cerignola un’occasione per promuovere sé stessa attraverso le risorse del proprio territorio, la sua storia, la sua cultura e i suoi prodotti. La nostra città è stata capace di fare squadra e di farsi apprezzare da chi cerignolano non è. L’auspicio è che si sia scritta per la stessa solo una di tante, innumerevoli belle pagine.