Secondo pareggio consecutivo per l’Audace Cerignola, dopo il 2-2 di Altamura, arriva uno 0-0 a San Severo, un punto che a conti fatti serve poco ad entrambe alla ricerca dei rispettivi obiettivi. Grimaldi cambia cinque undicesimi rispetto al recupero di mercoledì: tornano titolari Abagnale in porta, Allegrini e Di Cillo in difesa, Carannante e Maiorano in mediana. Il San Severo si schiera con un 3-5-2 nel quale Palumbo e Formuso sono le punte. Per venti minuti non accade praticamente nulla: la prima sortita in avanti è dei padroni di casa, Basso si accentra dalla destra con sinistro ampiamente largo. Dopo un avvio in cui il Cerignola sembrava comandare le operazioni, gli uomini di Giacomarro (squalificato) sfiorano il vantaggio al 34′: Vaccaro calcia dai venti metri, Abagnale si prodiga in una bella deviazione in corner. Occasione per gli ofantini al 39′: Luca Russo centra per Maiorano, il quale non trova la giusta coordinazione e spedisce alto sulla traversa in zona dischetto del rigore. Di nuovo Abagnale sugli scudi in chiusura di frazione: il portiere ospite respinge il tiro di Palumbo e a seguire blocca la conclusione telefonata di Cappelli. Longo prova il break in azione solitaria, ma il tentativo è di netto fuori misura per l’ultimo cenno di cronaca del primo tempo.

All’intervallo, Ngom prende il posto di Carannante: l’Audace pare avere un piglio più deciso ed al 48′ sugli sviluppi di un angolo, Ngom spizza per Allegrini che all’altezza del secondo palo non riesce a spingere la sfera in fondo al sacco. Intorno all’ora di gioco, la migliore manovra gialloblu di tutta la partita porta Luca Russo al traversone dalla destra, Longo si esibisce in una semirovesciata che lambisce il legno alla destra di Longobardi. Il San Severo replica e manca di poco il gol sul fendente del subentrato Rossi (assist di Formuso, pallone a lato non di molto), lo stesso centrocampista giallogranata tenta il colpo sotto all’82’ sull’uscita di Abagnale, con i cerignolani che si rifugiano in corner. Le ultime due opportunità sono ancora a firma Alto Tavoliere, con la firma di un altro innesto dalla panchina: Fulvi prima non pesca il jolly dalla media distanza, poi è Abagnale a bloccarne la soluzione dal limite dell’area.

Finisce così con un punto per parte: il terzo posto si allontana per il Cerignola, ora raggiunto dal Taranto al quarto posto; un pari che muove la classifica del San Severo, anche se la salvezza diretta appare in salita. Gli ofantini portano a nove la serie utile e domenica al “Monterisi” riceveranno il Pomigliano nella quartultima di campionato.

ALTO TAVOLIERE SAN SEVERO-AUDACE CERIGNOLA 0-0

Alto Tavoliere San Severo: Longobardi, Tommasini, D’Angelo, Ligorio, Albanese (54′ Rossi), Silletti, Basso, Vaccaro (90′ Menicozzo), Formuso (79′ Kameni), Palumbo, Cappelli (79′ Fulvi). A disposizione: Patania, Florio, Ianniciello, Ruggieri, Sarcinelli. Allenatore: Domenico Giacomarro (squalificato).

Audace Cerignola: Abagnale, Russo L., Ciano, Allegrini, Di Cillo (76′ Donnarumma), Maiorano, Herrera (69′ Morra), Carannante (46′ Ngom), Russo S. (85′ Cianci), Longo, Loiodice. A disposizione: Maraolo, Parise, Ujka, Vigliotti, Barrasso. Allenatore: Teore Grimaldi.

Ammoniti: Cappelli (ATSS); Ciano, Russo S. (AC).

Angoli: 3-6. Fuorigioco: 1-5. Recuperi: 0′ pt, 4′ st.

Arbitro: Boscarino (Siracusa). Assistenti: Dell’Orco (Policoro)-Signore (Venosa).