Era una sfida dall’altissima posta in palio, sul cammino di entrambe verso la salvezza: nella 22ma giornata del campionato di serie B1 (girone D), la Dilillo Libera Virtus piega 3-1 l’Europea 92 Isernia compiendo un nuovo e forse decisivo passo per centrare l’obiettivo. Una partita emozionante, giocata sempre sul filo del rasoio (28-26; 27-25; 19-25; 25-22 i parziali): una vittoria voluta, cercata e alla fine agguantata dalle ofantine. Coach Albanese manda in campo: Altomonte in regia e Mauriello sulla diagonale; Montenegro e Martilotti di banda; Cesario e Matte centrali, più Giombetti libero. Dall’altra parte, Montemurro risponde con: Galazzo alzatrice e Caputo fuorimano; Monitillo e Bruno laterali; Taddei e Babatunde sottorete con Boffa libero. Avvio del match leggermente favorevole alle padrone di casa, ma le ospiti (anch’esse coinvolte nella lotta per non retrocedere) tengono botta e rispondono colpo su colpo, impedendo alla Libera Virtus di scappare via. Il naturale proseguimento dell’equilibrio fa terminare il set ai vantaggi, nei quali Martilotti e compagne hanno la meglio. Stesso canovaccio nella successiva frazione: Cerignola avanti ed Isernia ad inseguire, stavolta però con maggiore insistenza dell’Europea 92. Montemurro prova anche la mossa del doppio palleggiatore (Galazzo e Seggiotti in campo), Albanese risponde con Modestino al centro al posto di Matte. Le cerignolane sprecano qualche opportunità per portarsi sul doppio vantaggio (si era sul 24-19), ma riescono comunque nel compito ancora una volta ai vantaggi.

Nel terzo parziale l’Europea 92 fin da subito dichiara propositi di riscatto: Isernia conduce le danze e resta sempre con qualche lunghezza di margine. La Dilillo prova a rientrare ma si ferma solo ad un -2 che non permette l’aggancio (dentro anche Palladino per Matte al servizio), le biancazzurre allungano decisamente con Monitillo e Babatunde le quali sono autrici di colpi micidiali che riaprono la contesa. Quarto set frenetico e nervoso dalle prime battute: Galazzo riceve un cartellino rosso per proteste, Cerignola sembra tornata in palla e l’attacco di Mauriello causa il timeout ospite (6-1). Il turno prolifico di Monitillo al servizio fa tornare sotto le pentre (6-5) ed ora è Albanese a fermare il gioco: Montenegro-Mauriello, le gialloblu riprendono quota e si portano sul 9-5. Il confronto è di gran livello tecnico, Monitillo tiene in linea di galleggiamento le ospiti, Cesario firma in primo tempo il +5 (15-10). Virtussine quasi sul velluto, con le attaccanti a segno e le avversarie a commettere errori in costruzione (19-12): Seggiotti rileva in regia Galazzo, l’efficacia di Montenegro dai nove metri pare scrivere i titoli di coda.

C’è però una trappola dietro l’angolo: una serie di doppie (ben quattro di fila) ed altre sbavature mandano quasi in tilt la Dilillo, tant’è che l’Europea 92 recupera ben nove lunghezze (dal 23-12 al 23-21). Modestino per Cesario in posto 3, una doppia fischiata alle molisane consegna il match point alle locali, poi tensione in campo e sugli spalti col gioco sospeso per qualche minuto al fine di riportare la calma generale. Sarà poi un diagonale di Mauriello a chiudere una gara sofferta e sentita da ambo le parti, che causa ancora battibecchi e agitazione anche dopo il saluto finale fra le squadre: capannello di gente in mezzo al campo, fortunatamente l’adrenalina si scioglie e tutto rientra nella norma.

A quattro giornate dalla fine, la Libera Virtus vanta sette punti di vantaggio sulla zona rossa: un bottino discreto ma non ancora decisivo per ritenersi definitivamente al sicuro. Nel prossimo turno, nuovo appuntamento interno contro il Volleygroup Roma, un’altra sfida da vincere per agguantare l’agognata permanenza.

Ecco il tabellino della Dilillo Libera Virtus, con le giocatrici andate a referto ed i relativi punti realizzati:

Altomonte 5, Mauriello 11, Montenegro 16, Martilotti 8, Cesario 11, Matte 7, Modestino, Palladino, Giombetti (libero).

CLASSIFICA GIRONE D ALLA VENTIDUESIMA GIORNATA

Cuore di Mamma Cutrofiano 55; Giòvolley Aprilia 50; Colormax Sikkens Altino 48; Volleyrò Casal de’ Pazzi Roma 46; Acqua&Sapone Volleygroup Roma 38; Cmo Fiamma Torrese 34; Nissan Volley Maglie 33; Dilillo Libera Virtus Cerignola 31; Givova Scafati 30; Finchiara Santa Teresa di Riva, Luvo Barattoli Arzano 27; Europea 92 Isernia 24; Bcc Sgr Manfredonia 19; Planet Strano Light Pedara 0.