In un ‘Mercadante’ gremito in ogni suo spazio si è tenuto sabato sera lo spettacolo a scopo benefico organizzato dall’Associazione ‘Superamento Handicap’ e dalla Cooperativa Sociale ‘SuperHando’ dal titolo “Holtre”. Tra i protagonisti ben 21 bambini con diverse abilità e 6 normodotati che hanno allietato il musical e fatto divertire i presenti in sala. Sviluppo delle conoscenze, della socializzazione e della capacità di collaborazione nel gruppo, acquisizione di maggior sicurezza sono i punti chiave del progetto, in parte già in scena sul palco del Teatro Mercadante, frutto di un lavoro svolto dietro le quinte da tutti gli operatori e i volontari della cooperativa.

Il progetto, sostenuto dall’Assessorato alle Politiche Sociali e del Lavoro del Comune di Cerignola, mira all’integrazione sociale e all’abbattimento di ogni tipo di pregiudizio e di diseguaglianza ma anche ad una raccolta fondi, finalizzata a realizzare la prima “Summer School” sul territorio che si terrà nel mese di giugno, finalizzata alla promozione di progetti inclusivi, puntando l’emersione delle potenzialità di ogni bambino.

“Questa sera è stata scritta un’altra bella pagina della nostra città – ha dichiarato con commozione Rino Pezzano – e ringrazio personalmente per il lavoro svolto l’Associazione ‘Superamento Handicap’ e la Cooperativa ‘SuperHando’, oltre alle famiglie per l’impegno che profondono quotidianamente. Adesso inizia una sfida ancora più ambiziosa – ha sottolineato Pezzano – e abbiamo bisogno dell’aiuto delle famiglie, dell’amministrazione comunale e soprattutto del mondo imprenditoriale di Cerignola, a cui va il mio ringraziamento per la partecipazione”.

Numerosi, infatti, volti del mondo economico della città che hanno risposto alla chiamata sabato sera e che hanno potuto toccare con mano la generosità e la bontà del progetto. La Summer School potrebbe essere presto realtà. “C’è chi non ha perso tempo a mettersi a disposizione – dà notizia Pezzano-. Si tratta di Angelo Angiolino e di sua moglie, Claudia Granato, resisi immediatamente disponibili a sostenere il costo del progetto. Nei prossimi giorni faremo il punto della situazione e stileremo un programma di marcia – conclude l’assessore-. Nel frattempo mi preme riservare loro il mio più caloroso plauso a nome della città e del mondo delle disabilità di Cerignola”.