Confronto casalingo per l’Audace Cerignola nella tornata numero 31 del girone H di serie D: al “Monterisi” sarà di scena domani il Pomigliano. Gli uomini di Teore Grimaldi, agganciati in quarta piazza dal Taranto, in caso di successo avrebbero la matematica certezza della partecipazione ai playoff. I gialloblu domenica scorsa hanno impattato senza gol sul campo del San Severo: un derby scialbo e senza grandissime emozioni, forse condizionato per parte cerignolana dal dispendioso recupero di Altamura giocato qualche giorno prima. Ciononostante, la striscia utile di risultati delle “cicogne” si è portata a nove, segno che la squadra complessivamente non sta mollando la presa e che ha ancora qualcosa da dire in questo campionato: l’ultimo ko risale alla trasferta di Taranto del 28 gennaio scorso. Il pareggio contro l’Alto Tavoliere ha forse pregiudicato la corsa al terzo posto, poiché l’Altamura si è portato ora a +4, e dunque l’obiettivo è preservare almeno la posizione subito successiva al podio, nelle prossime due sfide che non saranno affatto morbide, contro avversarie che vogliono assicurarsi la salvezza diretta. Tornerà a disposizione in difesa Vito Di Bari, scontata la squalifica: con i napoletani potrebbe essere occasione per rivedere in campo Massimo Pollidori dopo una assenza di circa quattro mesi. Il centrocampista barlettano ha collezionato l’ultima presenza alla fine del girone d’andata con il Picerno, poi l’operazione al menisco e il recupero: è tornato in gruppo e chissà se ci sarà uno scampolo di partita per lui. Per il resto, alcuni ballottaggi per il mister di Frattamaggiore, specie sulla fascia sinistra in difesa e per un posto a metà campo.

Il Pomigliano è alle prese con una stagione strana: per larghi tratti del suo corso era in una situazione senza dubbio tranquilla, da qualche settimana invece è impelagato nella lotta playout. I campani hanno totalizzato 30 punti (con un bilancio totale di sette successi, nove pareggi e quattordici sconfitte) e sono giusto alle soglie delle sabbie mobili della graduatoria. Due soli punti nelle ultime sei giornate certificano il momento critico dei granata, usciti imbattuti nel posticipo casalingo di lunedì con la Sarnese. Alterne anche le vicissitudini relative alla guida tecnica: prima Nappi, poi un interregno di Catalano, di nuovo Nappi ed ora in panchina da un paio di settimane c’è Nello Di Costanzo, ex allenatore di Ascoli, Barletta e Messina fra le altre. Fra i calciatori più rappresentativi, nel Pomigliano ci sono capitan Alfano, gli attaccanti Marzullo, Vincenzo e Domenico Pisani, più gli acquisti in corso d’opera Romeo e Chiavazzo.

All’andata terminò 2-4 per l’Audace Cerignola, con le reti gialloblu firmate da Pollidori (tripletta) e Carmine Marinaro. Calcio d’inizio alle ore 15.30 -ingresso unico per i vari settori a 5 euro-, con la direzione di gara affidata al sig.Milana, della sezione di Trapani.