L’Audace Cerignola va ko sotto i colpi del Francavilla: il 4-2 per i lucani sancisce la loro salvezza aritmetica, per gli ofantini diventa complicato anche il cammino verso il quarto posto. Silvestri non cambia schema e prosegue con il 4-3-3: presenta Abagnale in porta, Ngom a centrocampo con gli stessi interpreti in avanti. Lazic manda in campo il Francavilla con un 4-2-3-1 con Acosta supportato dal trio Volpicelli-Marino-Cimino. I lucani passano in vantaggio dopo appena 9′: Abagnale con le mani disimpegna male su Ngom, il quale commette fallo. Punizione dai venti metri e Volpicelli, nonostante la posizione propria per un destro, supera Abagnale sul proprio palo col mancino a giro. Tre minuti dopo però, è nuovamente parità: Ngom centra per Morra, l’inzuccata assume una parabola che sorprende l’incerto Alvigini ed è 1-1. Tiene bene il campo la squadra di Silvestri, una rovesciata di Longo è contenuta di puro istinto dal portiere lucano su azione d’angolo, poi è Abagnale a concedere il corner su botta di Volpicelli. Match molto gradevole, nonostante il caldo: in chiusura di frazione Morra non indirizza a dovere un colpo di testa angolato che poteva dare il sorpasso ai cerignolani.

In avvio di ripresa, Ciano rileva Allegrini mentre già nel primo tempo Lazic aveva inserito Masini per l’infortunato Zappacosta. Avvio tremendo per gli ospiti: Di Cillo strattona in area Acosta, per l’arbitro è rigore. Dal dischetto Volpicelli non perdona, nonostante Abagnale intuisca la direzione del calcio. È il 48′, l’ulteriore doccia fredda per i gialloblu arriva cinque giri di lancette dopo: difesa presa d’infilata, Masini con un diagonale sinistro fa tris. Volpicelli con la deviazione di Di Cillo manca il poker, nel Cerignola era entrato Marinaro per Carannante, ma solo al 76′ gli ofantini si fanno vedere con la testata schiacciata male di Morra su cross di Di Cillo. Subito dopo, Volpicelli va via sulla sinistra e scaglia un tracciante basso a fil di palo per la quaterna sinnica. L’Audace accorcia all’86’ con Longo, che spizza di testa quanto basta su suggerimento di Marinaro. In chiusura, lo stesso Marinaro e la sforbiciata volante di Loiodice non hanno fortuna. Al triplice fischio, festa grande per il Francavilla ancora una volta riuscito nell’impresa di ottenere la permanenza.

Per il Cerignola si ferma a dieci la serie di risultati utili consecutivi: domenica al “Monterisi” arriverà il Gravina, che nulla ha più da chiedere al torneo.

FRANCAVILLA IN SINNI-AUDACE CERIGNOLA 4-2

Francavilla: Alvigini, Ragone (78′ Musella), Potrone, Zappacosta (32′ Masini), Pagano, Digiorgio, Volpicelli (84′ Del Prete), Morales (83′ Aggiorno), Acosta (81′ De Marco), Marino, Cimino. A disposizione: Bruno, Scoppetta, Cassata, Ruffolo. Allenatore: Ranko Lazic.

Audace Cerignola: Abagnale, Russo L., Di Bari, Allegrini (46′ Ciano), Di Cillo, Russo S., Ngom, Carannante (55′ Marinaro), Morra, Longo, Loiodice. A disposizione: Maraolo, Pollidori, Muciaccia, Matere, Cianci, Barrasso. Allenatore: Vincenzo Silvestri.

Reti: 9′ Volpicelli, 12′ Morra (AC), 48′ Volpicelli rig., 53′ Masini, 76′ Volpicelli, 86′ Longo (AC).

Ammoniti: Digiorgio, Cimino (F); Di Bari, Morra, Di Cillo (AC).

Angoli: 4-9. Fuorigioco: 3-1. Recuperi: 1′ pt, 6′ st.

Arbitro: Spataru (Siena). Assistenti: Testa (Campobasso)-Calvarese (Termoli).