Grande soddisfazione per Giuseppe Valentino, filmmaker pugliese al suo primo lungometraggio, unico film italiano a essere selezionato e inserito nella sezione del Bif&st 2018, che include film in anteprima nazionale o mondiale. Xolo è un film interamente realizzato in Puglia che ha già varcato i confini italiani con la partecipazione a Festival internazionali, come il 40° Festival del cinema italiano di Villerupt e il “Black Star Film Festival”, dove gli è stato assegnato un premio per la migliore attrice protagonista.

Xolo è girato in Puglia, nelle campagne della Capitanata; qui tra la luce e i colori di una terra arsa e ostile (gli spazi e gli scenari riportano al genere western ma di ambientazione meridionale) si dipanano le vicende (vere) di Rosa, giovane donna che lavora ad una pompa di benzina per conto di Gino, uomo al quale deve tutto quello che ha. Un giorno Rosa incontra Nathaniel, giovane francese alle dipendenze di Gino e Xolo, un cane da combattimento che ha ucciso una persona. Da quel momento in poi la vita di Rosa cambia repentinamente, ma fino a che punto? Cosa si è disposti a fare per la libertà?

Giuseppe Valentino dopo aver vissuto a Zurigo per molti anni, lavorando come direttore della fotografia e regista di videoclip musicali, si trasferisce in Sudafrica per studiare cinema e Documentary Filmmaking con l’artista Madhi Phala. Decide di tornare in Puglia, dove ha fonda la casa di produzione indipendente Ferula Film. Lavora su diversi progetti come direttore della fotografia sia in Italia che all’estero. E’ attualmente impegnato in un documentario in collaborazione con Rai Cinema.

Titolo del film: XOLO
Anno di produzione: 2017
Paese: ITALIA
Durata: 78 MIN.
Tipologia: LUNGOMETRAGGIO Genere: DRAMMATICO, ROAD-MOVIE Produzione: FERULA FILM
Trailer del film:


SINOSSI:
Sud Italia. Rosa è una donna con un passato travagliato che vive in una roulotte in aperta campagna. Tutta la sua vita, tutto ciò che possiede lo deve al ricco Gino. L’uomo è un ricco proprietario terriero che possiede una stazione di servizio dove lavora la donna. Nathaniel è un giovane anche lui al servizio di Gino, viene dai Paesi Baschi e sbarca il lunario facendo lavoretti in giro per l’Italia. Quando Rosa e Nathaniel si incontreranno, tra i due nascerà un legame vivo e profondo. Per Rosa il giovane rappresenta quella spinta che aspettava da sempre verso una vita finalmente libera. I due decidono di scappare dopo aver derubato Gino di Xolo, un cane da combattimento che vale tanti soldi e che pare abbia ucciso un uomo.
CAST ARTISTICO:
ANGELA NEIMAN, BAPTISTE ELIÇAGARAY, MARCO TIZIANEL, RAIMONDO BRANDI
CAST TECNICO:
Regia: GIUSEPPE VALENTINO
Soggetto e sceneggiatura: GIUSEPPE VALENTINO
Produzione: FERULA FILM
Produzione esecutiva: ALESSIA LENOCI
Direttore di produzione: ANTONGIULIO LABRIOLA
Aiuto regia: GIACOMO GIANNELLI
Direttore della fotografia: RAFFAELLO DI LEO
Suono: LUCA RANIERI, GIORDANO BRUNO BALSAMO
Montaggio: GIUSEPPE VALENTINO, FABRIZIO RINALDI
Musiche: CALICO REC., SAULIUS PETREIKIS, ALI LATIF, GIANNI TROTTA
Mastering audio e sound design: VALERIO DANIELE
Ambientazioni: PUGLIA (GARGANO, PIANA DI SIPONTO)
Sito web.: www.ferulafilm.com/xolo/
DICHIARAZIONE DEL REGISTA:
Xolo nasce dal desiderio di raccontare una storia accaduta ad una donna a me molto vicina. Ho scritto la sua vicenda mentre lei era in carcere per scontare la pena di omicidio. Volevo esordire alla regia con Xolo e mi misi in giro per cercare i soldi per produrla. La storia non era poi tanto eclatante se consideriamo la cronaca nera dei nostri giorni. Quello che mi interessava però era la possibilità di meditare sul concetto di libertà e indipendenza, temi che diventano più delicati se parliamo di una donna del sud Italia, destituita e sola. La vicenda di Rosa, la protagonista, é come un western moderno ma allo stesso tempo é anche un thriller e un film on the road. Questa commistione di generi mi piaceva molto e l’idea di sovvertirli poco poco, con garbo, non mi dispiaceva. La produzione del film é stata lunghissima, anche se i giorni di riprese effettivi ammontano a poco più di un mese. Xolo é una produzione totalmente indipendente e per questo ha richiesto molto tempo, ma sono convinto che per questo tipo di dinamiche, Xolo non somiglia a nessun film italiano in circolazione, pur possedendo tratti inconfondibilmente italiani.