«Con la delibera di giunta 115 del 20/04/2018, l’Amministrazione Comunale di Cerignola ha avviato le procedure per il riconoscimento dello stato di calamità per le gelate verificatesi il 27 e 28 febbraio scorsi».

A ufficializzarlo, il presidente dell’Agenzia per l’agricoltura del Comune di Cerignola, Bruno Meterangelis, che, il 27 marzo scorso, aveva convocato una riunione con Cia, Confagricoltura e Copagri per fare il punto sulla situazione e sollecitare interventi del Comune e della Regione Puglia. Nel dettaglio, con la delibera adottata, il Comune di Cerignola si impegna a promuovere, l’attivazione della procedura prevista dal D.Lgs. n. 102/04 e avanza richiesta, alla Regione Puglia, di predisporre le misure e i provvedimenti necessari al riconoscimento dello stato di calamità naturale per il territorio del Comune di Cerignola, ed in particolar modo per le colture olivicola e frutticola colpite dalle gelate che hanno interessato tutto l’agro di Cerignola. «Il nostro compito non si esaurisce qui perché continueremo a vigilare affinché la Regione Puglia porti a compimento il processo con sollecitudine», conclude Meterangelis.