POMOVERO è una campagna curata dal collettivo delle Botteghe del commercio equo e solidale pugliese «Kilometro Vero» e una rete di cooperative e imprese sociali creatrici del marchio «Bontà Comune» o che gestiscono progetti di riutilizzo beni confiscati alla mafia. L’unione di tutto ciò ha generato l’idea di produrre, senza spreco e mantenendo la trasparenza nella filiera produttiva, una salsa di pomodoro sociale e biologica certificata in cui ogni passaggio è controllato dal cliente a favore di scelte etiche e solidali.

L’iniziativa, che vede al suo interno diverse realtà pugliesi, tra cui la Cooperativa Sociale “Pietra di Scarto”, sarà presentata il prossimo 29 Aprile a partire dalle ore 10.30 a Cerignola presso il Laboratorio di Legalità “Francesco Marcone”, bene confiscato alla mafia che la Cooperativa gestisce dal 2010. In questa occasione saranno presentate le varie organizzazioni della rete e si potrà prenotare la propria passata, dando la possibilità di donarne alcune alla rete di “Avanzi Popolo 2.0”, organizzazione che si occupa di lotta allo spreco, con l’obiettivo di consegnerle ad alcune famiglie bisognose di Bari e di Cerignola. A margine ci sarà una degustazione di prodotti a base di pomodoro.

La campagna ricade all’interno del progetto “Ciascuno cresce solo se sognato: per una filiera equa e solidale del pomodoro”, realizzato con il sostegno di Fondazione con il Sud e gestito dalla Cooperativa Sociale “Pietra di Scarto” in collaborazione con una fitta rete di partner.