Foto Sara Angiolino
Infranti i sogni di vittoria in quel di Casarano in gara 1 dei playoff promozione in Serie B. Sconfitta amara per coach Tauro e i suoi ragazzi, che non hanno saputo tenere a bada la forte compagine salentina. La squadra di Guerrieri & co. ha imposto il proprio ritmo fin dai primi scambi, attanagliando nelle trame del proprio gioco i Diavoli Rossi di Cerignola. Gli ofantini non hanno saputo approfittare delle poche disattenzioni avute dai salentini che, guidati da un Guerrieri in grande spolvero, hanno buttato giù la ricezione Fenice e soprattutto sono risultati imprendibili a muro di banda e di mano. La Fenice esce con le ossa rotte, dopo un sonoro 3-0 e bisognerà ricaricare subito le energie per poter affrontare gara 2 in programma domenica prossima, qui a Cerignola.
Come annuncia coach Tauro, sarà un’altra battaglia: “Avevo chiesto ai ragazzi prima della gara di porre un punto al termine della stessa, qualunque fosse stato il risultato. I playoff sono così, delle lotterie in cui se la squadra avversaria è in giornata e tu non reggi, vai sotto e bisogna inseguire. Ora siamo 1 a 0 per loro, ma è solo gara 1. Dobbiamo crederci e affrontare gara 2 con un’altra testa, senza pensare a cosa è successo a Casarano. Bisogna azzerare e ripartire subito.”. Tanta carne sul fuoco, come annuncia anche la dirigenza Fenice: “La partita di domenica è stata emozionante. Abbiamo avuto circa 80 persone che hanno viaggiato tutto il giorno per seguire la squadra. Dobbiamo fare di più e lo faremo. Dobbiamo dire grazie a questi tifosi eccezionali per il loro combattere. Rialziamoci!”.