Ultima giornata di campionato in programma domani per le formazioni cerignolane impegnate in serie B femminile: Dilillo Libera Virtus e Fmi Shop Pallavolo Cerignola saranno entrambe in trasferta, per chiudere bene una stagione altamente positiva. Nel girone D di B1, le ragazze di Salvatore Albanese e Cosimo Dilucia saranno in campo domani (ore 15.30) a Cava de’ Tirreni per affrontare la Givova Scafati. Ottenuta la salvezza con una giornata d’anticipo, nonostante il ko al tie break nella precedente giornata contro la Finchiara Santa Teresa di Riva, è il momento di tirare un po’ il fiato ed approcciarsi con leggerezza all’ultima fatica stagionale. Il traguardo ottenuto dalle virtussine è notevole, specie se si considerano le difficoltà di inizio campionato, la lunga rincorsa partita a dicembre e coronata con la permanenza nella terza serie nazionale, una quota salvezza altissima se si confrontano anche gli altri gironi. Un cammino frutto di grinta, determinazione e capacità di invertire la rotta da parte di tutte le componenti: dalla dirigenza allo staff tecnico per arrivare alle giocatrici, tutti hanno remato nella stessa direzione per difendere a denti stretti un posto conquistato con grande merito giusto un anno fa. La sfida con le campane, anch’esse da tempo salve e settime in classifica con 36 punti, può valere in caso di vittoria la scalata di un altro paio di posizioni in classifica: i tecnici sono intenzionati nel corso della gara a dare spazio a tutte le componenti della rosa. Comunque andrà a finire, la salvezza è cosa fatta: un risultato negativo sarà ininfluente, un successo manderà in archivio un torneo duro e faticoso.

Una chiusura col sorriso è anche l’obiettivo della Fmi Shop Pallavolo Cerignola, nel girone I della serie B2: le atlete di Pino Filannino si recheranno a Bari per il derby con la Prisma Asem (domani, ore 17.30). Le fucsia, anche in questo finale di impegni bersagliate da infortuni ed intoppi fisici, provano a regalarsi una gioia che interrompa il filotto negativo di tre stop consecutivi, gli ultimi due peraltro arrivati con compagini che lottano sia per la promozione che per un posto nei playoff. La sconfitta interna 1-3 con Lamezia è stata il saluto ai propri tifosi, i quali hanno ringraziato le loro beniamine con cori e applausi per un campionato partito a fari spenti ma che ha visto la Pallavolo Cerignola sempre nei quartieri alti della graduatoria. L’Asem Bari è retrocessa in C da qualche settimana, tuttavia i derby sono sempre partite particolari e la società del presidente Matteo Russo tiene particolarmente ad ottenere il bottino pieno dalla trasferta barese. Poi arriverà il giusto rompete le righe per rilassarsi ed iniziare a programmare l’annata che verrà: la base è solida e concreta, magari senza la chilometrica sequenza di infortuni la Fmi Shop poteva aspirare anche a qualcosina in più. Ad ogni modo, la prima presenza assoluta in un torneo nazionale è stata indubbiamente con il pollice all’insù.

1 COMMENTO

Comments are closed.