libera-virtus-cerignola

Si sono conclusi sabato i campionati di serie B di volley che hanno impegnato le due formazioni cerignolane, Dilillo Libera Virtus e Fmi Shop Pallavolo Cerignola: nelle sfide dell’ultimo turno, il bilancio è di una vittoria e una sconfitta. In serie B1 (girone D), chiusura col sorriso per il sestetto di Salvatore Albanese e Cosimo Dilucia, che supera al tie break la Givova Scafati (25-16; 21-25; 17-25; 25-22; 4-15 i parziali). Nella circostanza, dopo due incontri negli ultimi tre arrivati al quinto set, le virtussine riescono ad ottenere il successo terminando in bellezza la stagione. Partita senza pressione da ambo le parti, e spettacolo gradevole per il pubblico che ha assistito: dopo l’ottima partenza campana, Martilotti e compagne replicano a dovere e si portano in vantaggio; la reazione scafatese porta al tie break, nel quale non c’è storia con la Dilillo che viaggia fin da subito spedita ad ottenere i due punti. In virtù del risultato di sabato, le gialloblu scalano due posizioni in classifica e finiscono al nono posto, alla prima esperienza assoluta nella terza serie nazionale. C’è già una novità per quanto riguarda il futuro: con un annuncio sui social, il tecnico Albanese ha deciso di dedicarsi alla famiglia (da qualche mese è diventato padre per la prima volta) e terminare la sua esperienza ofantina con l’ottimo bilancio di una promozione ed una salvezza in due annate. Ora è il tempo del rompete le righe in vista della programmazione per la prossima stagione, col ricordo ancora fresco di una rimonta strepitosa che è valsa la permanenza.

CLASSIFICA FINALE GIRONE D 

Cuore di Mamma Cutrofiano 61; Colormax Sikkens Altino 57; Giòvolley Aprilia 56; Volleyrò Casal de’ Pazzi 53; Acqua&Sapone Volleygroup Roma 46; Nissan Volley Maglie 40; Givova Scafati 37; Finchiara Santa Teresa di Riva, Dilillo Libera Virtus Cerignola 35; Cmo Fiamma Torrese 34; Luvo Barattoli Arzano, Europea 92 Isernia 33; Bcc Sgr Manfredonia 26; Planet Strano Light Pedara 0.

Sconfitta nel derby per la Fmi Shop Pallavolo Cerignola a Bari, contro la Prisma Asem per 3-1 (25-14; 24-26; 25-14; 25-22 i parziali): prestazione sottotono delle fucsia, ormai senza obiettivi da raggiungere, così le biancorosse già retrocesse salutano la B2 con una vittoria di prestigio. Anche nell’ultima fatica stagionale, Filannino ha dovuto fare i conti con diverse defezioni, una costante che ha attraversato tutto il torneo delle cerignolane: malgrado la quarta sconfitta consecutiva, davvero non si poteva chiedere di più ad un gruppo -settimo posto finale- che ha onorato alla grande la prima volta in un palcoscenico nazionale. Soddisfatto (e non potrebbe essere altrimenti) il presidente Matteo Russo: «Si è concluso un campionato importante per noi, il primo in serie B nazionale della nostra breve ma già intensa storia. Una stagione impegnativa e difficile sotto tutti i punti di vista ma che ci ha visti costantemente protagonisti nei piani alti della classifica e meritevoli di quel appellativo “matricola terribile” che con orgoglio ci siamo guadagnati partita dopo partita. Non è stato assolutamente facile affrontarlo, soprattutto considerando le incertezze e i dubbi della scorsa estate quando, per qualche settimana, è stata addirittura in forse la nostra partecipazione a questo campionato. Per questo la soddisfazione è grande: essere riusciti a portare a termine la stagione, sfoderando prestazioni che ci hanno permesso di giocarsela (e spesso vincere) con le grandi squadre del torneo. Ringrazio per il prezioso lavoro tutto lo staff tecnico guidato da un uomo serio e professionale come Pino Filannino, e tutte le atlete fucsia che con impegno e dedizione hanno permesso il raggiungimento degli obiettivi sportivi».

CLASSIFICA FINALE GIRONE I

Pro Volleyteam Modica 61; Ekuba Futura Volley Palmi, Cofer Lamezia 58; Villazuccaroschultze Santa Teresa di Riva 55; Ultragel Ard Palermo 50; Sifi Kondor Catania 47; Fmi Shop Pallavolo Cerignola 45; Messina Volley 38; Primeluci Geolive Castelvetrano, Brio Lingerie Castellana Grotte 31; Maia Dentis Sicilia Catania 25; Prisma Asem Bari 24; Holimpia Paomar Siracusa 20; Volley Torretta 3.