Continuano i controlli dei Carabinieri di Cerignola, che nelle ultime settimane stanno focalizzando la loro attenzione sul popolare quartiere “Torricelli”, dove, solo nell’ultimo mese, sono stati arrestati sei spacciatori in diverse operazioni di servizio. Proprio nell’ambito di questi specifici servizi antidroga, nei giorni scorsi, i Carabinieri della Stazione di Cerignola hanno tratto in arresto MERLICCO CARMINE, cl. ’94, pregiudicato cerignolano. Il giovane, già gravato, nonostante la giovane età, da numerosi precedenti specifici, lo scorso anno venne sorpreso con 16 grammi di cocaina e, per sfuggire alla cattura, non esitò a lanciarsi dalla finestra dell’appartamento in cui vive, posto al secondo piano, procurandosi una frattura ad una gamba.

Questa volta i militari, intuendo che sin da allora il giovane non avesse comunque smesso di dedicarsi alla redditizia attività di spaccio, si sono appostati, con non poche difficoltà, nei pressi della sua abitazione, in una zona ben controllata dai malavitosi che la abitano. Gli sforzi, però, non sono risultati vani. Infatti, dopo ore ed ore di appostamento, i Carabinieri hanno sorpreso il Merlicco mentre nascondeva tra le sterpaglie di un terreno incolto una busta. Bloccato subito dopo all’interno della sua abitazione, i militari hanno verificato che quella busta conteneva ben 200 grammi di cocaina pura, ancora da “tagliare”, che sul mercato avrebbe fruttato circa 20.000 euro.

Per Merlicco, dunque, sono scattate le manette e, su disposizione del P.M. di turno, il giovane è stato rinchiuso nel carcere di Foggia con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.