commissariato-polizia-cerignola-ps

Nella giornata di ieri, Agenti della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Cerignola, in seguito ad una richiesta d’intervento della sala operativa, hanno tratto in arresto Totaro Vincenzo classe 1986 di Cerignola, per i reati di maltrattamenti in famiglia, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.

Gli Agenti della Polizia di Stato, giunti presso l’abitazione del richiedente, notavano un individuo all’interno dell’appartamento, il quale non appena comprendeva che uno dei due poliziotti intendeva bloccarlo, lo aggrediva con pugni e calci e si divincolava scappando in camera da letto. Il malvivente, brandendo un coltello minacciava di morte il Poliziotto se si fosse avvicinato e in questo modo riusciva a raggiungere il balcone, scappando in strada tramite il canale di scolo delle acque. Gli Agenti raggiungevano anch’essi la strada e notavano il fuggitivo risalire le scale per raggiungere il terzo piano, ove vi era una terrazza. Lo stesso veniva raggiunto e per opporsi all’arresto, scalciava e colpiva gli operanti i quali, con molta difficoltà riuscivano ad apporgli le manette di sicurezza.

Gli Agenti apprendevano che il Totaro Vincenzo figlio del richiedente, aveva commesso un furto di abbigliamento ai danni del padre ed inoltre aveva tentato di estorcere del denaro, minacciando violenza con un coltello e infierendo con pugni e schiaffi. Entrambi i genitori riferivano che questa situazione di degrado familiare, andava avanti da circa dieci anni, a causa della condizione di tossicodipendenza del figlio Vincenzo, erano costretti a subire costantemente maltrattamenti familiari. Dopo le formalità di rito, il Totaro veniva associato presso la Casa Circondariale di Foggia a disposizione del Pubblico Ministero.