Affondo duro della dirigente scolastica del Liceo Classico Nicola Zingarelli e del Liceo Artistico “Sacro Cuore”, dott.ssa Giuliana Colucci, che in una missiva di questa mattina ha esposto le criticità connesse ai fatti delle scorse ore. Infatti in entrambi i plessi ci sono state notevoli infiltrazioni d’acqua, che hanno interessato diverse porzioni della struttura. La lettera della dirigente Colucci è stata inviata all’Amministrazione Provinciale, all’Ambito territoriale e al Prefetto, oltre che agli organi di stampa. Di seguito il documento.

La presente per richiedere, per l’ennesima volta, urgenti e risolutivi interventi di ripristino delle normali condizioni di vivibilità delle due scuole di pertinenza dell’IISS “Nicola Zingarelli” di Cerignola. Infatti, ad ogni evento atmosferico recante pioggia, si allagano aule, corridoi e laboratori. Ieri, così come si evince dalla allegata documentazione fotografica, al Liceo Classico si sono allagate otto aule, due corridoi e un laboratorio di informatica. Il vano tecnico dell’ascensore ancora oggi è completamente allagato. Le plafoniere nei corridoi particolarmente quella antistante l’ingresso dell’Auditorium, sono piene di acqua piovana con grave rischio di inevitabili, disastrosi e rischiosi problemi agli impianti elettrici. Si è dovuto interdire l’uso dell’ascensore al fine di salvaguardare l’incolumità del personale docente e degli alunni con disabilità che per l’accesso hanno dovuto superare barriere architettoniche.
La situazione del Liceo Artistico è ancora più grave, non solo perché ben cinque aule e due laboratori si sono allagati, ma perché gli allagamenti sono avvenuti anche laddove vi sono stati lavori effettuati nel periodo invernale di sistemazione del lastrico solare.
La scrivente e la comunità scolastica è veramente sconcertata per la gravità della situazione.
La situazione è insostenibile, molte aule sono umide e maleodoranti.
Si ritiene necessario un’attenta verifica delle condizioni di abitabilità, dal punto di vista igienico- sanitario, degli ambienti scolastici.
La scrivente si riserva di denunciare all’autorità competente il danno all’erario verificatosi a seguito di interventi manutentivi, che sicuramente hanno costituito un costo per l’Ente Provinciale e quindi per i cittadini contribuenti e che, di fatto, non hanno risolto il problema infiltrazioni.
La scuola in questi giorni è impegnata in diverse manifestazioni pubbliche che coinvolgeranno la cittadinanza, ma molti lavori ieri sono andati distrutti.
E’ una vergogna!
Pertanto, si richiede, urgentemente, per entrambi gli edifici scolastici di intervenire in modo risolutivo per garantire quel diritto allo studio cosi poco considerato dalla attuale amministrazione.