carabinieri-cerignola

Ennesimo colpo messo a segno dai Carabinieri della Compagnia di Cerignola contro il fenomeno della ricettazione e conseguente riciclaggio di parti di automezzi rubati. A finire nella rete dei militari dell’Arma, questa volta, sono stati due pregiudicati cerignolani: si tratta di GERVASIO PIETRO, cl. ’78, e MARINARO CRISTOFORO, cl. ’75.

I fatti risalgono a qualche giorno fa, quando i militari della Stazione di Cerignola, avendo avuto notizia che all’interno di una delle tante ditte di autodemolizioni giungessero dei mezzi rubati destinati allo smontaggio ed al conseguente commercio degli autoricambi, hanno organizzato un servizio di osservazione per verificare l’informazione. Dopo molte ore di appostamento, tra i tanti mezzi che entravano ed uscivano dal piazzale, i militari hanno notato un furgone che, appena giunto, nonostante fosse nuovissimo stava per essere smontato.

Cogliendo i malfattori di sorpresa, i Carabinieri hanno fatto irruzione nell’autodemolizione, bloccando tutte le possibili vie di fuga, impedendo così ai delinquenti, che hanno comunque tentato di fuggire, di sottrarsi alla cattura. Il furgone in parola, come intuito dai Carabinieri, è infatti risultato rubato a Foggia due giorni prima.

Ammanettati, dopo le formalità di rito, i due arrestati sono stati rinchiusi nel carcere di Foggia. Risponderanno dei reati di ricettazione e riciclaggio.