Da questa mattina Anna Lisa Marino non è più assessore della Giunta Metta. Infatti è datato 28 maggio 2018 il decreto di revoca dell’Assessore comunale al Bilancio Anna Lisa Marino, decreto che arriva proprio a margine di una polemica consumatasi fuori dal Palazzo di Città. In realtà la Marino aveva già depositato una lettera di dimissioni in mattinata alla quel segue l’atto ufficiale del primo cittadino.

Nella giornata di ieri la ormai ex-delegata aveva scritto sul proprio profilo Facebook: «Stamattina ho ascoltato la trasmissione del Sindaco di ieri e devo smentire in maniera assoluta quanto ha dichiarato: non abbiamo MAI parlato e tanto meno ci siamo fatte delle risate su quanto scrivono le mie nipoti. Mi sono SEMPRE tenuta estranea nel rispetto del mio ruolo istituzionale e anche familiare, posso confermare e ripetere che mai abbiamo chiacchierato in Giunta e tanto meno ci siamo fatte delle risate. Mi dispiace che il Sindaco ha voluto coinvolgermi in dichiarazioni che vengono a ledere i miei rapporti di famiglia per cui prendo le dovute distanze».

A meno di ventiquattro ore dal post giunge il decreto di revoca, che, per tempi e modi, trova spiegazione solo ed esclusivamente in un semplice rapporto di causa-effetto: “chi si dissocia fuori” sarebbe l’atteggiamento più alla moda tra i corridoi di Palazzo. Questo anche quando viene smentito un fatto che di politico non ha nulla. Così dopo Colucci, Albanese, Zamparese e Lionetti, finisce dopo quasi tre anni anche l’avventura della Marino.