Partecipazione, entusiasmo, colori hanno caratterizzato l’evento di festa, solidarietà ed integrazione che ha avuto luogo nella giornata di domenica 27 maggio nella cornice della Villa Comunale di Cerignola, intitolato «UNITALSI nel paese delle meraviglie». La manifestazione promossa dalla sezione di Puglia dell’”Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali” ha avuto il sostegno della Diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano, il patrocinio del Comune di Cerignola-Assessorato alle Politiche Sociali e del Lavoro e la collaborazione dell’associazione culturale “LIU. Bo.” di Lucera.

Una grande festa a tema sul celebre racconto fantastico di Lewis Carroll, animata da musica, artisti di strada, giochi, fantasia che ha ispirato i più appariscenti lavori a mano, ha fatto sì che la nostra città divenisse polo di attrazione per circa un migliaio di associati UNITALSI provenienti da diverse realtà della regione. A spiegare più nel dettaglio l’iniziativa è la presidente della sezione UNITALSI Puglia, Palma Guida, a lanotiziaweb.it: «Ogni anno la sezione pugliese sceglie una piazza in particolare: quest’anno la scelta è caduta su Cerignola. Abbiamo portato qui tutte le 21 sottosezioni della Puglia, ciascuna con il proprio laboratorio, in modo da poter testimoniare quella che è la vita associativa durante l’anno. È un percorso annuale che si conclude e ricomincia con un altro in pellegrinaggio. Tutte le sottosezioni che qui sono rappresentate acquistano un po’ quella gioia necessaria per lo slancio alla continuità del pellegrinaggio, rispettando il carisma principale dell’UNITALSI, che è quello di recarsi a Lourdes con i nostri amici in difficoltà».

Gli stand attraverso i quali le diverse sottosezioni pugliesi hanno potuto far mostra dei frutti della propria attività associativa sono lo step conclusivo del progetto “Botteghe diverse”, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, volto a tradurre la creatività dei laboratori nella concreta possibilità di offrire lavoro e piena integrazione alle persone con disabilità che ne hanno preso parte. La bella mattinata di sole in Villa Comunale è stata contraddistinta anche dalla presenza e dai saluti istituzionali del sindaco, avv. Franco Metta, e dalla celebrazione eucaristica del vescovo della nostra comunità, S.E. Monsignor Luigi Renna, accompagnato da don Pasquale Ieva e dalle voci bianche del coro dei “Bambini delle Ancelle dello Spirito Santo”.

L’UNITALSI ha ormai 115 anni ma, per la dedizione, l’entusiasmo e la voglia di mettersi ancora in gioco che ha evidenziato, non li dimostra affatto. Il più che encomiabile lavoro svolto dai suoi volontari rappresenta quella stella che speriamo di veder brillare sempre.

Questo slideshow richiede JavaScript.

LE DICHIARAZIONI DELL’ASSESSORE PEZZANO

Giochi, musica, artisti di strada, attività di laboratorio e tanto altro, hanno reso, la scorsa domenica, la rinnovata Villa Comunale centro di attrazione per centinaia di associati UNITALSI provenienti da diverse realtà regionali. L’iniziativa dal titolo “UNITALSI nel Paese delle Meraviglie” è stata promossa dalla sezione Puglia dell’associazione UNITALSi ed ha trovato sin da subito il sostegno dell’Assessorato alle Politiche Sociali e del Lavoro del Comune di Cerignola, nonché della Diocesi Cerignola-Ascoli Satriano, con la collaborazione dell’associazione “LIU.BO” di Lucera.

“E’ motivo di grande orgoglio per tutta la città – afferma l’Assessore alle Politiche Sociali e del Lavoro, Rino Pezzano – essere stati individuati come unica piazza regionale per celebrare tale progetto di inclusione. L’importante iniziativa della scorsa domenica, oltre a testimoniare l’incessante attività svolta durante l’anno da parte delle ventuno sottosezioni regionali, ha anche dato stimolo alla nostra città ponendo l’attenzione sull’attuazione, all’interno e non solo del nostro contesto cittadino, della piena integrazione delle persone con disabilità che hanno preso parte all’evento”. Le sottosezioni presenti al richiamato incontro hanno avuto modo di mettere in mostra, attraverso i loro stand, le attività del progetto “Botteghe diverse” finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, finalizzato ad offrire lavoro ed integrazione a tutte le persone con disabilità. La mattinata, inoltre, si è contraddistinta per la celebrazione eucaristica del vescovo della nostra diocesi, S.E. Mons. Luigi Renna, il quale, con la Sua presenza ha voluto onorare questa importante e lodevole iniziativa. Una giornata che, i considerazione della rilevanza dei temi trattati, ha generato fermento in città e tanto entusiasmo, coinvolgendo i partecipanti fino a sera.

“La voglia di organizzare- conclude Pezzano –  eventi finalizzati all’inclusione sociale da parte del mondo del Terzo Settore cerignolano è incessante e lo dimostrano le innumerevoli iniziative in programma nei prossimi mesi, frutto di un lavoro svolto durante gli anni da parte di realtà affermate come quella dell’UNITALSI, a cui vanno i miei complimenti”.