“Stiamo vivendo un momento storico nel settore della musica, dell’arte, del canto, un momento volto a rendere onore ai nostri talenti e, tramite l’avviso pubblico appena pubblicato nel sito del Comune di Cerignola, alle giovani eccellenze del canto lirico”. Con queste dichiarazioni l’Assessore alla Cultura e pubblica Istruzione del Comune di Cerignola, prof.ssa Raffaella Petruzzelli, annuncia l’avviso pubblico per audizioni finalizzate alla partecipazione delle attività e produzioni del corso-masterclass nell’ambito delle attività del progetto “L’ARTE IN SCENA E’OPERA DIVINA”, cofinanziato dalla Regione Puglia – FSC 2014/2020 “Investiamo nel vostro futuro”.

“I giovani cantanti lirici del nostro territorio potranno partecipare alle audizioni-selezioni, in modo del tutto gratuito, finalizzate alla partecipazione alle attività e produzioni del corso – mastercalss “L’Arte in scena è opera divina”. Saranno selezionati, in collaborazione con l’Istituto Musicale Giovanni Paisiello di Taranto e l’Università degli Studi di Foggia, Dipartimento di Studi Umanistici, Lettere, Beni Culturali, Scienze della Formazione, un numero massimo di 17 cantanti lirici solisti al fine di conferire borse di studio ed incarichi di collaborazione professionale, fino ad un importo di € 1.200,00 lordi per ciascun selezionato. A ciascun partecipante verrà rilasciato un Attestato di frequenza e l’Istituto Giovanni Paisiello di Taranto valuterà l’attribuzione dei crediti formativi.

Le domande ed il relativo bando, che si potranno scaricare consultando il sito web del Comune di Cerignola (www.comune.cerignola.fg.it) o digitando direttamente il link http://www.comune.cerignola.fg.it/po/mostra_news.php?id=925&area=H dovranno pervenire entro e non oltre il 28 giugno 2018. Abbiamo lavorato alacremente affinché, tramite il progetto regionale, si potesse dare il giusto valore alle eccellenze del nostro territorio che dovranno essere parte integrante nella produzione dei vari eventi artistico-culturali che saranno messi in scena nel triennio. Ritengo sia giusto e doveroso creare le condizioni, per i nostri giovani talenti, volte a garantire la partecipazione alle opere “L’amico Fritz”, che metteremo in scena il 5 settembre 2018 in Piazza Duomo, e  “La Bohème”, che metteremo in scena il 6 gennaio 2019 al Teatro Comunale “S. Mercadante”. Indubbiamente sarà la commissione di esperti a valutare la compatibilità nei ruoli delle figure che caratterizzano le due opere, ma a me piace essere fiduciosa, conto molto sulla bravura e professionalità delle nostre eccellenze. Sono certa della massiccia frequenza alle mastercalss.

I nostri giovani meritano tanto e la partecipazione al progetto regionale rappresenta il miglior modo di fare cultura coinvolgendo, inglobando e dando ampio spazio a quanti, con sacrificio e passione, hanno scelto la strada dell’arte e della musica. A tal proposito ringrazio vivamente l’amica Mara Monopoli, Direttore Artistico del progetto “L’arte in scena è opera divina”, i componenti della Società Tempus srls, della società CIESSEPI srl, di Torre Brayda, i componenti dell’Assessorato, cui sono orgogliosa di coordinare, e i rappresentanti della Fondazione “Nicola Zingarelli”. Stiamo lavorando da tanto, stiamo lavorando bene e i risultati si vedono”.