Mandata in archivio la stagione che ha riportato una compagine di Cerignola in serie D dopo 17 lunghi anni, per l’Audace è tempo di effettuare le prime mosse per il nuovo campionato. Due, principalmente e preliminarmente, le caselle da occupare prima delle altre per la società del presidente Nicola Grieco: si tratta dell’allenatore e del direttore sportivo. La scelta del sodalizio gialloblu è orientata ad affidare la guida tecnica ad un navigato uomo di campo, che conosca alla perfezione insidie e tranelli che un torneo del genere può riservare: esperienza ma anche capacità di ambire alle posizioni che contano e dalla mentalità vincente. Dopo una serie di mister arrivati dalla Campania, i due nomi ormai al ballottaggio sono entrambi pugliesi, ovvero Aldo Papagni e Leonardo Bitetto. Il primo, nativo di Bisceglie, ha appena salvato la Fidelis Andria in serie C, facendo recuperare ai biancazzurri numerose posizioni e centrando la permanenza diretta: 61 anni, Papagni ha già allenato a Cerignola (stagione 1995/96 nell’Interregionale, intermezzo durato da novembre a marzo) e si è seduto su alcune delle panchine più prestigiose del sud Italia, fra cui Barletta, Bisceglie, Taranto, Cavese.

Proprio dai metelliani potrebbe arrivare Dino Bitetto, barese classe 1959: l’Audace lo conosce molto bene, avendo affrontato per tre volte in stagione i blufoncè, poi portati alla vittoria dei playoff del girone H ai danni del Taranto. Un campionato condotto sempre ad alti livelli, con una Cavese che si è arresa solo ad un imprendibile Potenza. L’ex trainer di Catanzaro, Manfredonia, Melfi avrebbe già incontrato (secondo i ben informati) la dirigenza ofantina per porre le basi del progetto tecnico da avviare sulle sponde dell’Ofanto. Il lavoro sottotraccia e a fari spenti dell’entourage cerignolano non consente di sbilanciarsi in maniera ufficiale sulla firma che però, a quanto pare, arriverà a breve per poi passare all’esame degli elementi chiave da cui costruire la rosa 2018/2019.

A questo proposito, c’è da coprire anche il ruolo del nuovo direttore sportivo, carica attualmente vacante. Con tutta probabilità non si tratterà di Giuseppe Di Bari, bensì Elio Di Toro secondo indiscrezioni è il candidato principe a vestire i panni dell’uomo mercato delle “cicogne”. Avvistato recentemente sulle tribune del “Monterisi” in occasione degli ultimi impegni casalinghi del Cerignola, l’ex mediano ricopre il ruolo di responsabile del settore giovanile del Foggia, dal quale però deve risolvere il rapporto in corso che lo lega ai colori rossoneri. Ora però, il programma ambizioso dei gialloblu sembra aver convinto Di Toro ad impegnarsi nuovamente come ds, ruolo già svolto per diversi tornei al Manfredonia.