Schiavulli Antonio, Matera Alessio Pio e Lorusso Valentino. Sono loro i tre studenti del Pavoncelli di Cerignola, classificatisi nelle prime tre posizioni per la provincia di Foggia al campionato regionale on line “La Strada non è una giungla”. Finalità dell’iniziativa promossa dalla Regione Puglia è sensibilizzare docenti e studenti delle scuole secondarie sul sempre più attuale tema della sicurezza stradale. L’Agenzia Regionale per la Mobilità nella Regione Puglia, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia, ha realizzato a tale fine, oltre alla competizione, anche un’utilissima piattaforma web ricca di strumenti didattici e di approfondimento sulle regole stradali, nonché sulle life skills e la mobilità sicura e sostenibile.

Gli allievi del Pavoncelli, insieme a centinaia di altri giovani studenti pugliesi, hanno partecipato alle attività in piattaforma, dimostrando egregiamente di conoscere i comportamenti idonei da assumere alla guida di veicoli o anche a piedi, nel rispetto di tutti gli utenti della strada. Evento conclusivo è stata la premiazione dei vincitori il 6 giugno alle 10,30 presso la sede della Regione Puglia in Via Gentile 52 a Bari, alla presenza del Vice Presidente e Assessore alla Mobilità dott. Antonio Nunziante, che ha consegnato i premi ai giovani allievi, complimentandosi per aver raggiunto i primi tre gradini del podio, e l’attestato di partecipazione al docente tutor Maria Pia Del Fosco.

«La scuola ha una mission primaria che è quella di formare cittadini consapevoli e competenti – dichiara il dirigente Pio Mirra -. La competizione didatticamente stimola il merito, il confronto, la qualità delle azioni. Complimenti agli studenti del Pavoncelli, che, anche in questa occasione, hanno avuto modo di apprendere, divertendosi e dimostrare che la scuola è una palestra di vita. La metodologia ludica, infatti, rappresenta una pratica didattica che promuove lo sviluppo globale dell’allievo, che crea un ambiente di apprendimento rilassante, motivante e allo stesso tempo piacevole. Un particolare ringraziamento alla Regione Puglia che, mediante queste opportunità formative, crea un ponte con la Scuola e ne rafforza la sua identità».