Arriva in città dal 18 al 29 giugno l’ambizioso progetto targato “Summer School” firmato Cooperativa Sociale “SuperHando” che si pone tra i suoi obiettivi la realizzazione di un programma d’intervento intensivo, esclusivo e personalizzato basato sul metodo ABA (Analisi Applicata del Comportamento) ed indirizzato a ben venti bambini di età compresa tra i 3 e i 12 anni. “Un traguardo brillante quello raggiunto dalla nostra Cooperativa grazie al sostegno economico di Angelo Angiolino e Claudia Granato che hanno voluto sin da subito contribuire alla realizzazione di tale progetto, finalizzato a dare continuità alle attività svolte dai nostri operatori durante il corso dell’anno”. Con queste parole, Simone Marinelli – presidente della Cooperativa Sociale “SuperHando” – annuncia l’iniziativa.

“Avere notizia di tali iniziative – dichiara l’Assessore alle Politiche Sociali e del Lavoro, Rino Pezzano – mi rende sempre più orgoglioso di rappresentare questa comunità ed in particolar modo la realtà del Terzo Settore. Non vi era mai stata in precedenza una iniziativa simile ed è per questo che i miei complimenti sono indirizzati alla Cooperativa SuperHando e ad ogni altra realtà del territorio che si spende con tutte le energie a lavorare per scopi ben precisi come quello dell’integrazione sociale”.

Le programmazioni di lavoro saranno strutturate ad personam per ogni singolo partecipante cercando di focalizzare l’attenzione sugli obiettivi difficilmente perseguibili durante le quotidiane sedute di terapia. Le aree di interesse – fanno sapere gli operatori- saranno: autonomia personale, autonomia operativa, comunicazione funzionale, socializzazione, motricità fine e grosso motoria, training sulla selettività alimentare. “Convinti di poter sempre contare, su un supporto economico stabile e permanente nel tempo, sull’imprenditoria cerignolana – conclude Marinelli -, così da poter garantire la continuità delle attività che “SuperHando” rivolge al sociale e alle tematiche che interessano il mondo delle disabilità. Sono felicissimo del risultato raggiunto, ma è soltanto un punto di partenza”.