Il Vespa Club Cerignola, come ormai da tradizione, anche quest’anno ha organizzato dal 1° al 9 giugno un viaggio in Vespa. Dopo la Sicilia, visitata lo scorso anno, meta prescelta per il 2018 la regione Toscana, che ha accolto diciannove vespisti cerignolani.

Prima tappa di questo tour estivo è stata la costa laziale, i vespisti hanno fatto sosta a Ladispoli e Santa Marinella, il viaggio è poi proseguito alla volta di Orbetello (Grosseto) dove hanno pernottato. Il giro turistico è continuato il giorno seguente lungo le strade del Promontorio dell’Argentario che ha regalato loro paesaggi con viste mozzafiato e, nel pomeriggio – una volta raggiunta la città di Piombino – i vespisti si sono imbarcati per raggiungere l’Isola d’Elba dove hanno soggiornato per due giorni. Durante la sosta sull’isola (sede del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano), hanno avuto modo di percorrere su due ruote strade e sentieri suggestivi, con un paesaggio che unisce un ambiente marino – in molte zone ancora incontaminato -, alle zone appenniniche e pre-montane che offrono una fauna ricca e dai profumi intensi.

Meta successiva è stata la città di Firenze che, iscritta nella Lista UNESCO del Patrimonio Mondiale, è considerata una delle città più belle del mondo grazie ai suoi numerosi monumenti e musei. Terminato il soggiorno fiorentino, i vespisti si sono spostati in territorio senese ed hanno fatto tappa nelle città di Siena, San Gimignano, Volterra, Monteriggioni, Anselmo e Pontedera dove hanno visitato il Museo Piaggio, inaugurato nel marzo del 2000 nei locali dell’ex officina attrezzeria, uno dei corpi di fabbrica più antichi e affascinanti del complesso industriale della città, dove l’azienda collocò la propria produzione a partire dai primi anni Venti del ‘900. Per concludere, hanno percorso le Crete Senesi che costituiscono  la zona a sud-est della città di Siena e che include i territori comunali di Asciano, Buonconvento, Monteroni d’Arbia, Rapolano Terme, Montalcino e Trequanda.

Concluso il tour per la Toscana il viaggio dei diciannove vespisti è proseguito, come da programma, in territorio umbro con tappa a Perugia ed Assisi per poi giungere a Civitanova Marche e proseguire infine verso Cerignola. Il presidente del Vespa Club Cerignola, Giuseppe Abatino, commentando questa nuova avventura su due ruote ha dichiarato: “Posso senza alcun dubbio dire che questi nove giorni di viaggio sono stati belli ed emozionanti, abbiamo messo a dura prova la nostra tensione ma, nonostante ci siano stati momenti di agitazione dovuti a normali imprevisti, il viaggio ci ha come sempre riservato momenti unici ed indimenticabili. Il merito prosegue Abatino – è senza dubbio della Vespa e della passione che ci unisce e ci porta ad immaginare e programmare sin da subito un nuovo viaggio…Sempre su due ruote ed all’insegna della sana amicizia”.