Nell’ambito delle celebrazioni dedicate alla Beata Vergine Maria del Monte Carmelo che si svolgeranno dal 4 al 16 luglio 2018, nella nostra città ci sarà un evento storico, sarà infatti portato nella Chiesa di Maria SS. del Carmine e qui sarà esposto alla venerazione della popolazione la reliquia scapolare di San Giovanni Paolo II, compianto Pontefice che il 25 maggio 1987 giunse a Cerignola. Uno scapolare che il Pontefice indossò sin dalla tenera età e che gli fu donato il giorno della sua prima comunione e si macchiò di sangue il 13 maggio 1981 nell’attentato che papa Woityla subì in piazza San Pietro. Anche durante l’intervento chirurgico lo portava al collo e ciò avvenne per sua esplicita richiesta. Lo scapolare sarà portato a Cerignola nella chiesa del Carmine il giorno 4 luglio alle ore 18,30. Per l’occasione la Confraternita e la comunità del Carmine hanno indetto un momento di preghiera cittadino invitando le comunità parrocchiali e le associazioni laicali a partecipare alla Veglia che inizierà alle ore 21,00 presieduta dal padre carmelitano Lucio Maria Zappatore, Rettore della Basilica di San Martino ai Monti di Roma al quale il Cardinale Stanislao Dziwiszk Arcivescovo metropolita di Cracovia, già segretario di Giovanni Paolo II, donò lo scapolare e il professo Fra Marius Budau. Nella stessa serata a cui parteciperanno gli ammalati dell’Unitalsi sarà intronizzato il secolare simulacro della Madonna del Carmine.

Il giorno 6 inizio della novena con Santa messa alle 19,30 celebrata da mons. Carmine Ladogana e Peregrinatio dell’Icona della Vergine del Carmine in alcune abitazioni della Parrocchia. Il giorno 7 il nostro Vescovo alle 20.15 terrà una conferenza sulla spiritualità carmelitana. Domenica 8 alle 19,30 Celebrazione eucaristica presieduta da S. E. mons. Giacomo Cirulli, Vescovo della Dioce di Teano-Calvi e inaugurazione della mostra “Rapsodia di ricordi” a cura di Giuseppe Cormio. Domenica 15, vigilia della festa, arrivo del Carro trionfale in piazza e spettacolo musicale e di cabaret. Lunedi 16, giorno della festa, alle 11 concelebrazione del Vescovo  mons. Luigi Renna e supplica. In serata dopo la S. Messa, alle 20.30, processione per le vie cittadine e al rientro fuochi pirotecnici all’ombra del campanile. I giorni di festa saranno allietati dalle note della bassa banda “L’Armonia” di Molfetta e dal Concerto bandistico “V. Di Savino” di Cerignola.