Audace-Cerignola

L’ermetismo elevato a strategia di comunicazione da un lato, ma anche tanto lavoro occulto dietro le quinte: è questa l’Audace Cerignola di inizio estate, con proprietà, Dino Bitetto e il ds (il cui nome non è ancora ufficiale ma ormai dovremmo esserci con l’investitura e sarà una figura giovane, ndr) a lavorare per comporre l’undici titolare e una panchina assai competitiva.

Svanito il sogno Giuseppe Fella, che ha poi firmato per la seconda stagione consecutiva con la Cavese per ragioni strettamente personali, gira da settimane il nome di Siclari (lo scorso anno a Potenza) dato oramai per certo in maglia cerignolana. Niente da fare invece per gli altri rossoblù Franca e Leo Guaita. Quest’ultimo sarebbe di ritorno in Italia, pronto a discutere del proprio futuro prima a Potenza e, in caso, a Cerignola. Tuttavia qualche spiraglio per portarlo sul Tavoliere c’è, si vedrà se la trattativa si concretizzerà felicemente oppure no. Per la difesa, dato l’addio di Di Bari in direzione Bitonto, si sta sondando il terreno per Francesco Bertolo (che ha reso noto il proprio addio al Potenza): uno dei pilastri dei lucani della passata stagione – classe 1991- sarebbe un ottimo compagno di reparto per il confermato Allegrini.

Occhi puntati su Riccardo Lattanzio della Fidelis Andria, ad un passo dal Potenza prima che nella trattativa entrasse l’Audace Cerignola del presidente Nicola Grieco. Sull’attaccante c’è anche l’interessamento del Taranto. Proprio le compagini più blasonate del girone H attendono notizie sul futuro dell’Andria, escluso dalla Covisoc dalla prossima serie C, per potersi aggiudicare i pezzi migliori.

Diversi altri nomi sono circolati nelle ultime ore, come quello di Lionel Spinola (eccellenza sarda), anche se il calciatore sembra non interessare appieno secondo indiscrezioni. L’Audace cerca anche un buon regista di centrocampo: è stato effettuato un sondaggio per il 35enne Domenico Di Cecco (lo scorso anno divisosi fra Sambenedettese e Francavilla al Mare), con una lunga esperienza in cadetteria con le maglie di Avellino e Virtus Lanciano ed una puntata in Puglia con la maglia del Barletta in C1.

La società ha formalizzato l’iscrizione al campionato di serie D, che avrà inizio il 2 settembre: il 19 agosto via alla coppa Italia, competizione in cui il Cerignola salterà sicuramente il preliminare e forse anche il primo turno. Tra il 25 o il 26 c’è il raduno al “Monterisi”, prima della partenza per il ritiro in Abruzzo. Da domani potrebbero cominciare i giorni delle prime ufficialità e della conoscenza dei primi volti nuovi dell’Audace 2018/2019.