libera-nato-casal-di-principe

«I più grandi nemici della mafia sono la cultura e la conoscenza. Il suo miglior amico è l’ignoranza. Proprio quella che vediamo diffondersi anche nel nostro paese come una nuova ideologia e per combatterla anche il cinema può fare la sua parte; l’immagine è l’intuizione più democratica dell’uomo, è per tutti». Ettore Scola

«Le mafie a volte temono molto di più un buon film, di una solo annunciata normativa repressiva. Lo straordinario merito del linguaggio del cinema è quello di impregnare la nostra cultura tanto di denuncia quanto di educazione all’impegno civile». Luigi Ciotti

Con a fianco Luigi Ciotti e nel cuore le parole di Ettore Scola, prosegue nel 2018 l’impegno di Libero Cinema in Libera Terra, la carovana di cinema itinerante contro le mafie che ogni estate viaggia per la penisola con un furgone attrezzato con le tecnologie digitali. Attrezzature che consentono in poco tempo di allestire spazi cinematografici temporanei all’aperto, scegliendo luoghi simbolici dove montare schermo e proiettore per portare le emozioni del cinema direttamente alle persone e promuovere l’allargamento degli spazi democratici e la cultura della legalità. Il cine-furgone, interamente decorato con la grafica del Festival, è già di per sé un evento mentre viaggia per le strade del paese e uno straordinario strumento di comunicazione. Ospita la tecnologia e la troupe del Festival, percorre ogni anno più di 8.000 km portando il suo messaggio nelle piazze, nei parchi, nelle periferie, nelle terre confiscate ai mafiosi e restituite alla legalità. Viaggio in Italia di Libero Cinema: dal 17 luglio al 5 agosto la carovana viaggerà per le strade del Paese facendo tappa in Lombardia, Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Campania, Puglia, Calabria Sicilia.

Ogni tappa del Festival è organizzata in stretta collaborazione con le realtà del territorio: associazioni, presidii, cooperative, istituzioni, cittadini responsabili per coinvolgere il maggior numero di cosmocivici, nuovi cittadini del mondo globalizzato convinti che la democrazia si sperimenti nel pubblico confronto, nel bilanciamento delicato fra libertà e regole comuni. Proiezioni, performance, laboratori, incontri sono le varie attività del Festival di cinema itinerante contro le mafie che propone per ogni serata film di impatto, interesse e
riflessione per il pubblico.

Cinemovel farà tappa anche a Cerignola il prossimo 25 Luglio presso la Villa Comunale: in collaborazione con il Presidio di Libera “Hyso Telharay” di Cerignola, la Cooperativa Sociale “Altereco” e la Cooperativa Sociale “Pietra di Scarto”, a partire dalle ore 21.30, ci sarà la proiezione del film di “Nato a Casal di Principe” di B. Olivero, a cui sarà presente anche il regista. La proiezione sarà anticipata da Mafia Liquida, performance tra cinema, fumetto e lavagna luminosa. La manifestazione ha il patrocinio della Città di Cerignola.