Primo giorno di lavoro per l’Audace Cerignola targata 2018/2019: questa mattina il raduno, poi la seduta di allenamento inaugurale della stagione. Sotto gli sguardi interessati di un gruppo degli Ultras 1984 in gradinata, più una discreta presenza in tribuna centrale di altri tifosi ed appassionati, la squadra si è presentata agli occhi della città in un clima di curiosità per i volti nuovi ed entusiasmo come si conviene ad una nuova avventura.

Oltre un’ora e mezza di lavoro per cominciare: prima una parte atletica diretta dal preparatore Pasquale Sepe, poi occhi puntati su esercizi di tecnica col pallone grande protagonista. Bitetto ha saggiato possesso, scambi di prima per finire con una partitella a campo ridotto nove contro nove. Era composta infatti di diciotto elementi la pattuglia gialloblu odierna: in campo anche il centrocampista Lorenzo Longo che, in attesa dell’ufficialità, già suda e si allena con i compagni. A bordo campo anche il ds Alessandro Degli Esposti, anch’egli in procinto di ricevere l’investitura ufficiale. Una rosa ovviamente da completare con altri quattro-cinque elementi, da suddividere fra seniores ed under e da ricercare in ciascuna linea di reparto. Non mancavano poi gli altri nuovi acquisti già annunciati: da Siclari a Lattanzio, da Abruzzese al giovane Tedone.

Al termine della prima seduta, mister Bitetto ha così commentato: «E’ ovvio che nei primi giorni i ritmi sono molto blandi, il gruppo non è ancora definito e ci vorrà tempo per amalgamarlo per bene. Sono convinto che riusciremo a fare bene». Sul mercato il mister conferma l’allestimento di una rosa di 22-23 calciatori: «Servono ancora cinque giocatori per chiudere questo discorso, per creare una giusta e stimolante competitività». Ancora qualche giorno di lavoro in sede, poi lunedì 30 la partenza per il ritiro di Palena, mentre si sta definendo anche il programma di amichevoli in vista del campionato.