E’ fissato per venerdì 27 luglio alle 9,30 il consiglio comunale in prima convocazione, assise nella quale sono all’ordine del giorno diversi temi. Al centro del dibattito tuttavia ci sarà sempre la questione rifiuti.

E’ infatti propedeutico alla stipula del contratto con ASIPU l’approvazione della “variazione di assestamento generale e controllo della salvaguardia degli equilibri di bilancio”; proprio su questo punto la situazione è quanto mai delicata. Il Collegio dei Revisori del Conti del Comune di Cerignola infatti ha espresso parere non favorevole a riguardo, motivando la scelta in relazione alla «incertezza sull’esito del concordato preventivo in continuità già presentato dalla SIA srl».

Un atto, questo, che apre la strada a diverse prospettive d’azione dell’intero consiglio comunale, soprattutto tra i banchi della maggioranza. Votare infatti un punto sul quale vi è un parere non favorevole spalanca le porte ad un possibile esposto alla Corte dei Conti da parte dell’opposizione. Potrebbero essere diverse le sorprese (assenze in maggioranza, ndr), tra cui quella di Vincenzo Specchio e Antonio Novelli. Nonostante tutto sembra tranquilla la pattuglia di maggioranza. Assente certo dovrebbe essere Samuele Cioffi per questioni personali e non politiche.

Con il coltello tra i denti invece l’opposizione di centrosinistra e i consiglieri di Forza Italia; il voto contrario potrebbe costringere, in caso di assenze ulteriori in maggioranza, ad aggiornare l’assise a lunedì, quando basterà un numero di “si” meno corposo. L’operazione, che porterà ad un aumento del 36% della TARI, oltre a non piacere, comporterebbe una grande responsabilità per i votanti. Chiaro ed esplicito l’appello del centrosinistra: «chi vota si assume ogni responsabilità, sia politica che personale».

Franco Metta ha invece serrato le fila ricordando che «chi non è presente a sostenere queste scelte politiche fondamentali dell’amministrazione automaticamente si pone al di fuori di questa maggioranza».

Saranno nove i punti della seduta, con oltre alla “variante”, le comunicazioni e l’approvazione dei verbali precedenti, anche gli accordi per le locazioni a canone concordato, la gestione degli alloggi comunali, il regolamento per l’assegnazione di borse di studio e l’acquisizione gratuita al patrimonio comunale della via di collegamento tra via Ivrea e via Torre Quarto.