L’Istituto Tecnico Agrario “G. Pavoncelli” realizza, in ottobre, un nuovo corso di Alta Formazione per i giovani diplomati del Territorio. Il nuovo corso biennale di Istruzione Tecnica Superiore (ITS), interamente gratuito e rivolto a studenti in possesso di diploma di secondaria superiore, avrà durata di 2000 ore delle quali 1200 dedicate a lezioni d’aula di tipo laboratoriale ed esercitazioni frontali e 800 ad attività di stage in aziende leader regionali, nazionali e internazionali.

Lo scorso venerdì 27 luglio si è svolto, presso l’auditorium “Marianna Manfredi Pignatari” dell’Istituto Tecnico Agrario di Cerignola, un interessante incontro tra i giovani diplomati della nostra provincia ed i Responsabili dell’Area Formazione, Progettazione e Gestione Corsi della “Fondazione Agroalimentare Puglia” sul tema: “Canale Informativo ITS (Istruzione Tecnica Superiore). È stato presentato il corso biennale ITS: “Tecnico Superiore in agricoltura di precisione e gestione sostenibile delle filiere ortofrutticole 4.0”, della durata di 2000 ore delle quali 800 di stage in aziende leader regionali, nazionali e internazionali. Il corso si terrà, a partire dal prossimo mese di ottobre, presso l’Istituto Agrario “G. Pavoncelli” e sarò dedicato a 30 giovani diplomati del nostro territorio.

Il percorso formativo ha l’obiettivo di formare Tecnici Superiori con specifiche competenze delle filiere di trasformazione dei prodotti ortofrutticoli nel rispetto degli standard di qualità, di sicurezza e della normativa regionale, nazionale e comunitaria. In particolare, il percorso mira a formare Professionisti in grado di valutare le materie prime, gestire i cicli di lavorazione ad elevato contenuto tecnologico e le procedure di controllo secondo i principi di eco-compatibilità e sostenibilità.

Dopo i saluti di Pio Mirra, dirigente scolastico del Pavoncelli, i giovani diplomati, i dirigenti scolastici delle altre Scuole Superiori, i diversi imprenditori e rappresentanti degli enti territoriali del settore hanno ascoltato i relatori:

– dott.ssa Maria Grazia Piepoli: Responsabile Area Formazione, Progettazione e Gestione Corsi della “Fondazione Agroalimentare Puglia” sul tema: “Canale Informativo ITS (Istruzione Tecnica Superiore);

– Prof. Vito Nicola Savino, già Preside della Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Bari, professore di Diagnostica e Terapia Fitovirologica presso la Facoltà di Agraria dell’Università di Bari nonché Presidente della “Fondazione Agroalimentare Puglia” che ha illustrato l’articolazione e le finalità del corso.

Non sono mancati gli interventi dei rappresentanti degli imprenditori quali il dott. Alessandro Masiello nella sua qualità di Presidente della Sezione Agroalimentare di Confindustria di Foggia. Diverse le testimonianze e le richieste di dettagli da parte dei giovani diplomati presenti.

Evidente l’importanza del corso, proposto dalla “Fondazione Agroalimentare Puglia” e dal Pavoncelli, quale valida opportunità per i nostri giovani neodiplomati per inserirsi in un gratificante traguardo lavorativo capace di trasformare il nostro tessuto economico del territorio di capitanata, dotandosi di competenze derivanti da una formazione a stretto contatto con le maggiori imprese del settore. Tanto in risposta a quanto l’Europa da tempo chiede e cioè giovani professionisti capaci di fare consulenza alle aziende che richiedono figure tecniche e specializzate, gli “engineer”, i tecnici fortemente specializzati, che sono presenti nei paesi più evoluti già da tempo e che rappresentano il link tra la Ricerca, la Tecnologia e le aziende, soprattutto le medie e piccole (spesso sprovviste di Centri Ricerca interni), favorendo il trasferimento tecnologico e lo sviluppo territoriale.