caserma-cerignola-carabinieri

Negli ultimi giorni i Carabinieri della Compagnia di Cerignola, durante i normali servizi perlustrativi, hanno tratto in arresto cinque persone, delle quali due colte nella flagranza del reato e tre in esecuzione di specifici provvedimenti del Giudice.

In particolare, a Cerignola i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile del NORM hanno arrestato FATTY FANDING, cl. ’89, cittadino del Gambia. L’uomo, a cui era stato intimato l’alt mentre era alla guida di un furgone lungo la SS 544, in loc. Borgo Tressanti, non solo non si era fermato, ma, anzi, aveva accelerato la marcia facendone scaturire un lungo inseguimento. Il ventinovenne ha poi improvvisamente abbandonato il mezzo, dandosi alla fuga a piedi, venendo però subito raggiunto e bloccato. Gli accertamenti hanno quindi permesso di accertare che era sprovvisto di patente, e proprio per questo, probabilmente, si era dato alla fuga. Contestatogli il reato di resistenza a pubblico ufficiale, il FATTY è stato rinchiuso nel carcere di Foggia.

Sempre a Cerignola, poi, ancora i militari dell’Aliquota Radiomobile e della locale Stazione hanno tratto in arresto MUSICCO ANTONIO, cl. ’84, e PIACENTINO ANTONIO, cl. ’64, entrambi pregiudicati cerignolani, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Gli stessi, infatti, già sottoposti agli arresti domiciliari, erano stati arrestati in più circostanze per il reato di evasione. Essendo ormai così chiaro che i domiciliari non erano sufficienti a garantire il rispetto delle esigenze cautelari, il Giudice ha per entrambi aggravato la misura, ordinando quella della custodia in carcere.

Stessa sorte, a San Ferdinando di Puglia, per MUGEO GIOVANNI, cl. ’81, pregiudicato del posto. Anch’egli, sottoposto alla detenzione domiciliare, era stato arrestato nei giorni scorsi per il reato di evasione. E come per gli altri due, anche in questo caso il Giudice ha deciso di revocargli il beneficio dei domiciliari disponendone la custodia in carcere.

Ancora a San Ferdinando di Puglia, infine, i militari della locale Stazione hanno poi arrestato CIMPAN BOGDAL IONEL, cl. ’92, pregiudicato di origine rumena. L’uomo, sottoposto agli arresti domiciliari per una rapina commessa in Romania, è stato sorpreso all’esterno della propria abitazione. Su disposizione del P.M. di turno, il CIMPAN è stato risottoposto agli arresti domiciliari. Risponderà del reato di evasione.