Quella di Torre Alemanna è storia da conoscere, bellezza da esplorare, arte da condividere. Per questo, anche il Complesso Monumentale ed il Museo sito a Borgo Libertà (Cerignola) rientra tra i musei ed i luoghi della cultura d’Italia che sarà possibile visitare sabato 22 e domenica 23 settembre 2018 in occasione delle “Giornate Europee del Patrimonio” (GEP 2018), con tema “L’Arte di condividere”, promosse dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. L’iniziativa è organizzata dalla società cooperativa Frequenze, ente gestore della struttura di proprietà del Comune di Cerignola, che ha organizzato due appuntamenti: sabato 23 apertura straordinaria dalle ore 20:00 alle 23:00 (ultimo accesso ore 22:00), partenza visita guidata alle ore 20:30; domenica 24 dalle ore 17:00 alle 20:00 (ultimo accesso ore 19:00), partenza visita guidata alle ore 18:00. Per partecipare alle visite guidate è obbligatoria la prenotazione inviando una e-mail a torrealemanna@frequenze.infoindicando Cognome e numero dei partecipanti ed attendere conferma o telefonare al 392-9927977. Nei due giorni dell’evento il costo ridotto dell’ingresso e della visita guidata è di 5 euro a partecipante, da corrispondere all’ingresso.

Il Complesso di Torre Alemanna è uno dei pochi insediamenti fortificati ancora esistenti dell’Ordine religioso-militare dei Cavalieri Teutonici. Gioiello di storia, architettura ed arte nel cuore della Daunia, a 18 km da Cerignola, affonda le sue radici nelle affascinanti vicende di cavalieri legati all’imperatore Federico II. Il monumento è frutto della stratificazione delle diverse funzioni che il sito ebbe nei secoli: da luogo di culto sotto i cavalieri dell’Ordine, poi insediamento fortificato, testimoniato dall’imponente torre quadrata che domina il paesaggio circostante; in seguito masseria di proprietà cardinalizia in età aragonese, inglobata negli anni ’50 nell’attuale Borgo Libertà. Visitare il Museo di Torre Alemanna significa affrontare un suggestivo viaggio indietro nel tempo, immergersi nella storia del nostro territorio, seguire l’avvicendarsi di uomini ed attività in uno spaccato che va dal Medioevo all’età Moderna, ricco di testimonianze archeologiche, iscrizioni, stemmi cardinalizi e opere d’arte. Oggi sede del Museo delle ceramiche di XV-XVI secolo, il sito di Torre Alemanna, è stato restituito alla pubblica fruizione dopo lunghi ed accurati restauri ed apre le porte a cittadini e turisti.
Per approfondire: www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Eventi/visualizza_asset.html_1314471095.html