Prima uscita casalinga anche in campionato per l’Audace Cerignola che, smaltito l’aperitivo di coppa Italia con il Campobasso, torna davanti ai suoi tifosi per sfidare il Sorrento nel secondo turno della serie D. Gli ofantini hanno esordito con un successo in trasferta contro il Pomigliano domenica scorsa, inaugurando nel migliore dei modi una stagione che tutti si augurano ricca di soddisfazioni. E’ risaputo, i debutti sono sempre difficili ed insidiosi, a maggior ragione dopo aver aspettato due settimane per tornare in campo in un impegno ufficiale: l’Audace però non ha avuto esitazioni o difficoltà e con un netto 0-3 ha portato a casa l’intera posta in palio. Il tecnico Bitetto si è detto contento di quanto mostrato a Mugnano, anche se per un perfezionista come lui la strada per continuare a migliorare è ancora lunga, specie nella gestione della palla. Vero è che nel match il caldo è stato opprimente e gli avversari vogliono tutti fare bene al cospetto di una delle corazzate del girone, così come è indiscutibile che le potenzialità dell’organico gialloblu siano davvero enormi. Una difesa che in due impegni ha concesso poco o nulla, ma soprattutto un attacco eccezionale ed in grado di scatenare scintille: una panchina lunga e ricchissima di alternative di qualità provata, come nel caso della coppia Loiodice-Foggia, ancora andata a segno da subentrata facendo il paio con quanto accaduto contro il Campobasso.

Squadra che vince non si cambia: questo pare l’intento di Bitetto, il quale dovrebbe riproporre Cascione in difesa scontata la squalifica e confermare in blocco il resto dello schieramento, con un Marotta che si è presentato ufficialmente alla platea ofantina con la rete che ha sbloccato il punteggio sul Pomigliano.

Il Sorrento, neopromosso nella categoria, vanta nella propria storia un campionato di serie D e, fino a cinque anni fa militava in Lega Pro. La formazione della penisola sorrentina ha esordito con una affermazione interna (1-0 sul Gragnano), bissando il passaggio del turno in coppa Italia e giungerà al “Monterisi” per cercare di fare risultato sul campo di una delle favoritissime per la vittoria finale. Alla guida tecnica è stato confermato l’allenatore della promozione, Antonio Guarracino: organico improntato sulla linea verde dai rossoneri, i cui elementi più di spicco sono il difensore Vincenzo Russo, i centrocampisti De Rosa e Costantino, l’attaccante De Angelis (classe 1981).

Un solo precedente nella storia fra Cerignola e Sorrento: nella stagione 1990/91, in Interregionale, il 20 gennaio ’91 terminò 3-0 per le “cicogne” con le firme di Orecchia, Di Meo e Spadavecchia. Calcio d’inizio alle ore 17, con la direzione di gara affidata al sig.Sicurello, della sezione di Seregno.