Pareggio con un po’ di amaro in bocca per l’Audace Cerignola nella seconda giornata di serie D: il Sorrento resiste fino al 95′ e porta a casa un punto (1-1). Bitetto lascia inalterato il 4-3-3 con le novità Cascione (al rientro dalla squalifica) e Loiodice nel tridente assieme a Lattanzio e Marotta. Si rivede inoltre in panchina, dopo l’infortunio al ginocchio, Siclari. Il Sorrento si dispone con un 3-5-2 nel quale il binomio offensivo è composto da Qehajaj e capitan Gargiulo. E’ del Cerignola la prima azione di rilievo, ma il destro a giro di Loiodice al 6′ termina alto sulla traversa. Grossa occasione al 25′ per gli ospiti: Abagnale esce a vuoto su pallone in area, Gargiulo lo anticipa e gira in porta, cogliendo una clamorosa traversa. I padroni di casa soffrono l’ordinata disposizione dei sorrentini e faticano e trovare spazi: Guarro per poco non combina un pasticcio svirgolando malamente un cross che finisce di un soffio sul fondo per un quasi autogol. L’Audace pareggia il conto del legni al 40′: corner di Marotta, sottomisura Abruzzese centra il montante sottomisura. Tre minuti più tardi il Sorrento sblocca il risultato: traversone di Costantino, dalla parte opposta Todisco inzucca ad incrociare e batte l’immobile Abagnale. Si va all’intervallo sullo 0-1 e con un Bitetto non molto contento della prova dei suoi.

In avvio di ripresa, gli ofantini partono con l’acceleratore sostenuto: al 48′ Lattanzio debole di Testa su traversone di Marotta, ma un minuto dopo il pari arriva. Dalla sinistra Luca Russo imbecca Marotta, il quale aggancia al limite dell’area piccola e insacca la seconda rete personale in campionato. Replicano i rossoneri con Gargiulo, ma la testata su invito di Guarro è fuori bersaglio. Loiodice impegna Leone su punizione, poi Bitetto innesca la batteria degli attaccanti: prima Foggia, poi a seguire Sante Russo. L’ariete ex Melfi debole di testa su palla offerta da Longo, entra anche Vittorio Esposito: il fantasista allunga per Sante Russo, il cui diagonale teso è deviato sul palo da Leone per l’urlo strozzato in gola dei tifosi locali. Per l’assalto finale c’è anche Siclari: Leone mette in corner una insidiosa parabola di Vittorio Esposito, nel recupero il Cerignola profonde tutti i suoi sforzi e sembra raccoglierli al 91′. Siclari schiaccia di testa col pallone che supera il portiere campano e pare indirizzato verso la rete, Foggia la tocca nei pressi della linea e a quel punto è in offside, con il gol annullato (anche se la decisione lascia con parecchi dubbi, perché la palla aveva già varcato la linea di porta). Partenza casalinga con una divisione della posta, un secondo tempo di grinta non è bastato per ottenere il successo: domenica prossima per i gialloblu l’ostica trasferta di Bitonto.

AUDACE CERIGNOLA-SORRENTO 

Audace Cerignola (4-3-3): Abagnale, Cascione, Abruzzese, Allegrini, Russo L., Esposito A., Carannante (67′ De Cristofaro), Longo (77′ Russo S.), Marotta (72′ Esposito V.), Lattanzio (62′ Foggia), Loiodice (86′ Siclari). A disp.: Vassallo, Tedone, Pollidori, Matere. Allenatore: Leonardo Bitetto.

Sorrento (3-5-2): Leone, Russo V., Guarro, Fusco, Todisco, Di Prisco, De Rosa, Rizzo (50′ Russo L.), Costantino (79′ Masi, dal 92′ Vitale), Qehajaj (62′ Bozzaotre), Gargiulo A. (67′ Cifani). A disp.: Munao, Gargiulo M., Paradiso, D’Angolo. Allenatore: Antonio Guarracino.

Reti: 42′ Todisco (S), 49′ Marotta (AC).

Ammoniti: Carannante (AC); Costantino, Masi, Vitale (S).

Angoli: 7-0. Fuorigioco: 3-3. Recuperi: 2′ pt, 5′ st.

Arbitro: Sicurello (Seregno). Assistenti: Bianchini-Giudice (Frosinone).

Note: 1800 spettatori circa, di cui una cinquantina ospiti.

CLASSIFICA ALLA SECONDA GIORNATA

Az Picerno, Team Altamura 6; Bitonto, Audace Cerignola, Taranto, Fasano, Gelbison, Sorrento 4; Granata Ercolanese, Gravina, Nola 3; Nardò, Fidelis Andria, Savoia, Francavilla in Sinni 1; Gragnano, Sarnese, Pomigliano 0.

Questo slideshow richiede JavaScript.