grilli

Spopolano sui social cerignolani post di cittadini che lamentano l’eccessiva presenza di insetti, zanzare e, ultimamente, anche di grilli. Una problematica che, secondo alcuni, è stata acuita dalla questione riguardante l’immondizia, rimasta troppo tempo in strada nel mese di giugno. Ma andiamo per gradi.

LE ZANZARE La massiccia presenza nel periodo estivo ha fatto scattare l’allarme, con numerosi cittadini che hanno invocato disinfestazioni. Di fatto, quando esiste il problema insistere con le disinfestazioni non è cosa sbagliata, in considerazione che proprio la zanzara veicola numerose patologie. D’altro canto è importante precisare come il forte aumento di questi fastidiosi insetti sia dovuto al clima estivo di questo 2018: le piogge frequenti e il caldo, con lo sviluppo di un clima caldo-umido, hanno creato l’habitat ideale per la presenza di zanzare e per la loro proliferazione.

I GRILLI Una presenza, quella dei grilli, fisiologica in questo periodo dell’anno, soprattutto nei centri meno urbanizzati. Si tratta però solo di Grilli, della specie Campestris e Bimaculatus, innocui e non pericolosi. Non c’è nessuna invasione, dicono gli esperti. Seppure molti abitanti delle periferie hanno posto il problema, questo simpatico animaletto non crea problemi all’uomo.

LE BLATTE Facilmente si scambiano per blatte molti altri insetti (scarafaggi, scarabei e anche grilli). In realtà la loro presenza va combattuta con massicce disinfestazioni. A Cerignola in questo momento non si ravvisano particolari casi. Nella vicina Foggia invece  proprio in queste ore si sta effettuando una maxi disinfestazione. La loro presenza è legata «alle variazioni climatiche e ai tassi di umidità anomali delle ultime settimane» dicono gli esperti. In città invece la loro presenza si rivelò massiccia alcuni anni addietro nel quartiere San Gioacchino.