L’anomalo proliferare di blatte e insetti in alcune zone della città è senza dubbio un fenomeno legato alle variazioni climatiche e ai tassi di umidità delle ultime settimane. Stiamo assistendo ad un generale cambiamento nelle caratteristiche climatiche del nostro territorio. In particolare, i cambiamenti che interessano la piovosità e l’andamento delle temperature, sono quegli aspetti che percepiamo in modo immediato: inverni meno freddi e meno piovosi, aumento dei periodi siccitosi e delle ondate di caldo estivo, incremento degli eventi estremi soprattutto per l’intensità delle piogge concentrate in un breve lasso di tempo.

“Per quanto riguarda i grilli avvistati in questi giorni – dichiara l’Assessore all’Ambiente del Comune di Cerignola, dott.ssa Anna Maria Mininni – si tratta della specie “Campestris”, da non confondersi con scarafaggi volanti. Il grillo, se pur particolare alla vista, è un insetto innocuo per l’uomo, non veicola malattie ed è molto importante nell’equilibrio dell’ecosistema”. A breve saranno effettuati alcuni cicli di disinfestazione con particolare attenzione alla aree maggiormente colpite, l’assessore Mininni precisa: “Abbiamo interpellato la MAPIA, Azienda leader nel settore delle disinfestazioni, al fine di affrontare questo problema, cercando di pianificare un intervento che possa arginare il fenomeno nelle aree maggiormente colpite e, contemporaneamente, non minacciare la salute dei cittadini ed alterare gli equilibri ecologici mediante massicci interventi con uso di veleni che potrebbero risultare dannosi per la cittadinanza. Comunicheremo a breve la data delle attività, alla luce delle precipitazioni previste per i prossimi giorni che potrebbero inficiare ogni intervento.

Per quanto riguarda la presenza di blatte, quest’anno la specie che maggiormente ha interessato il nostro territorio è stata la “Blatta orientalis“, o scarafaggio comune. L’Acquedotto Pugliese predispone due interventi annuali di sanificazione delle condotte fognarie, che prevedono prevalentemente lavaggio, derattizzazione e disinfestazione dell’intera rete, ispezionando tutti i tombini di accesso. È in fase di redazione il crono programma degli interventi previsti per il mese corrente che verrà comunicato con anticipo alla cittadinanza”. Agli interventi di sanificazione su menzionati, previsti annualmente da Acquedotto Pugliese, devono tuttavia seguire dei corretti comportamenti domestici da parte di tutti, e cioè:

  • conservare i cibi solo in contenitori o sacchetti sigillati;
  • rimuovere subito i residui di cibo o rifiuti alimentari;
  • non lasciare in giro ciotole per il cibo degli animali domestici e ripulire quella dell’acqua;
  • durante la notte non lasciare l’acqua nel lavandino o in eventuali contenitori;
  • garantire la pulizia generale degli ambienti.

Si invita la cittadinanza a non lasciare sacchi di rifiuti al di fuori dei cassonetti stradali e di evitare atti di vandalismo, quali l’appiccare di fuochi all’interno dei cassonetti, come avvenuto la notte scorsa su Viale Ofanto, laddove è stato incendiato un cassonetto nuovo posizionato non più tardi di un mese fa. Conclude l’Assessore all’Ambiente – “In questo modo si depauperano le postazioni di cassonetti, le quali sono bilanciate a seconda della zona di produzione rifiuti servita e, inevitabilmente, si induce il posizionamento esterno delle buste di rifiuti. In tal senso, stiamo predisponendo un apposito piano di videosorveglianza, mediante il posizionamento di fototrappole per combattere questi comportamenti perseguibili secondo la legge”.

Questo slideshow richiede JavaScript.