Otranto

Avevano messo annunci online per affittare appartamenti ad Otranto nel mese di agosto ma, una volta incassata la caparra, erano spariti dalla circolazione. Le vittime, però, non l’hanno data per vinta agli imbroglioni. E così hanno denunciato i fatti ai Carabinieri, che dopo un paio di mesi sono riusciti a risalire ai responsabili, poi denunciati con l’accusa di truffa continuata in concorso.

Nei guai sono così finiti due foggiani – S.D. e I.A., rispettivamente di 39 e 32 anni, entrambi di Cerignola – deferiti dai carabinieri della stazione di Otranto, messi in moto dopo avere ricevuto le denunce delle vittime, quattro turisti provenienti dal Casertano e dal Napoletano. Come accertato dai militari, i due avevano affittato alloggi nella “Città dei Martiri”, che di fatto erano però abitati dai legittimi proprietari. I due foggiani, grazie ad artifizi e raggiri, erano riusciti ad ottenere dai denuncianti il pagamento delle caparre tramite bonifici bancari ed accrediti su carte prepagate, rendendosi poi irreperibili. Entrambi, però, sono adesso stati scoperti e denunciati. (corrieresalentino.it)